martedì 30 maggio 2017

Caccia alle balene

Ignoti attivisti per i diritti degli animali hanno imbrattato di vernice rossa la celebre statua della Sirenetta a Copenaghen. La protesta, come recitano alcune scritte apposte sul marciapiede prospiciente, è stata diretta contro la pesca delle balene, attività tradizionale effettuata nelle isole Fær Øer, territorio d'oltremare del regno danese.

Detto che la balena non è una specie a rischio di estinzione (gli esemplari annualmente uccisi sono circa 800 su una popolazione stimata in 750.000 esemplari che nuotano nell'area dell'oceano Atlantico settentrionale), è sempre sbagliato giudicare o boicottare le abitudini e le usanze tradizionali altrui: non ho mai assaggiato la carne di balena né ho mai assistito dal vivo alla cattura dei cetacei, tuttavia se i feroesi le vogliono pescare, per scopi culinari, liberi di farlo.

Sono peggio questi pseudo-animalisti che imbrattano una statua, per quanto brutta possa essere (l'immagine del monumento è eloquente). Gente che vinta dalla noia non ha trovato di meglio che difendere dei globicefali, senza neanche avere il coraggio di metterci la faccia. Poveretti.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.