venerdì 28 aprile 2017

Latitante a km 0


Il pregiudicato Giuseppe Grillo (nessuna parentela con il leader del M5$) è stato arrestato in casa sua in quel di Buccinasco. Gli investigatori hanno interrotto la latitanza individuando il suo nascondiglio pedinando la moglie, che gli portava regolarmente vivande e vestiti puliti. La consorte, che di cognome fa Papalia, parcheggiava lontano dalla residenza per ingannare eventuali persone che potessero pedinarla individuando così il nascondiglio. Alcuni agenti di polizia in incognito l'hanno seguita scovando in questo modo il personaggio ricercato, che 3 mesi fa era stato condannato in via definitiva a 7 anni di reclusione, per traffico di droga.

Chi decide di intraprendere la carriera di 'ndranghetista, pur provenendo da famiglie malavitose di collaudata fama, non appartiene di certo alla categoria dei geni assoluti. Tuttavia scegliere di nascondersi a pochi metri dalla dimora abituale da uomo non ricercato dalle forze dell'ordine non rappresenta un grande esempio di furbizia.

Il particolare del libro dedicato al super-ricercato Messina Denaro accanto al letto o il telefonino lanciato dalla finestra (ritenendo di metterlo in sicurezza) denotano una struttura intellettuale incoraggiante per chi combatte la criminalità organizzata.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.