giovedì 2 marzo 2017

Stadi di Roma

Se non riempi lo stadio in una sfida stracittadina semifinale di Coppa Italia quand'è che lo fai il "tutto esaurito"? La risposta è MAI, non tanto e non solo poiché la pista di atletica - eredità delle Olimpiadi del 1960 - frustra la visione della partita da qualsiasi postazione degli spalti, ma perché il clima terroristico insito nelle tifoserie opposte di Roma e Lazio disincentiva qualsivoglia partecipazione dello spettatore non ultras. Non serve un nuovo stadio ma una inedita rappresentazione del gioco del calcio. Nel progresso culturale del derby romano il nuovo stadio di Tor di Valle dei giallorossi o la ristrutturazione dell'impianto del Flaminio per i laziali costituiscono soltanto un rinnovato tassello della sempiterna speculazione edilizia della Capitale. A che servono una o più arene sportive se non vengono frequentate?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.