lunedì 6 marzo 2017

37 anni dopo



La strage nella stazione ferroviaria di Bologna del 2 agosto 1980 rappresenta uno degli eventi più tragici della storia italiana: 85 morti e più di 200 feriti. In questi giorni la procura della stessa città ha riaperto un indagine su un cittadino, già recluso nel carcere di Terni poiché sta scontando una condanna all'ergastolo. E' utile questa azione giudiziaria, non c'è nessun altra investigazione maggiormente valida o adeguata piuttosto che ricercare la verità e la giustizia in merito ad un imputato già detenuto?

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.