venerdì 31 marzo 2017

Gli ingenui illegali

Alle elezione politiche della primavera 2018 il MoVimento 5 $telle avrà buone possibilità di diventare il partito con la maggioranza relativa dei voti. Se superasse il 40% si gioverebbe anche del premio che lo porterebbe automaticamente al governo del Paese. Sarebbe una iattura per l'Italia ma tale sciagura corrisponderà al volere popolare (in questo senso il suffragio universale quale cardine del sistema elettorale mostrerebbe delle crepe deleterie).

Il partito di Grillo (e dei Casaleggio) governa già in alcuni comuni italiani e i danni che lì ha arrecato dovrebbero risultare un monito per gli elettori che li voteranno. Ma non è e non sarà così; la fame dell'antipolitica offusca l'immagine dei ciarlatani pentastellati. Scie chimiche, anti-vaccinismo, complottismo e superficialità (per citare solo alcuni dei cavalli di battaglia grillini) mostrano la visione politica tipica dei nuovi cittadini pentastellati.

Il mancato rispetto delle regole democratiche, mostrato non da ultimo dall'irregolarità delle firme raccolte per la presentazione della lista al Comune di Roma, è ciò che deve più preoccupare: la dittatura dell'ignoranza con un esecutivo nazionale in mano ai vari Di Maio, Di Battista, Lombardi o Taverna farebbe sprofondare l'Italia agli anni Trenta, non è una minaccia bensì l'atroce certezza. 

mercoledì 29 marzo 2017

Pirla in trasferta

Questo pirla ha girato un video, che nelle sue intenzioni voleva essere simpatico, all'interno del cimitero di Amatrice nei giorni in cui lo stesso luogo di sepoltura veniva "popolato" dalle vittime del sisma che ha sconvolto il Centro Italia. Il personaggio in questione è un dipendente del Comune di Milano in cui svolge la qualifica di vigile urbano. Era stato inviato in questi luoghi devastati dai terremoti per aiutare la popolazione e non per dileggiare i lutti che hanno colpito la cittadina reatina. I responsabili della vergognosa rappresentazione (l'attore e chi ha ripreso la sceneggiata) sono stati sospesi dal servizio, e forse questo provvedimento è ancora insufficiente a sanzionare un simile comportamento. I responsabili non sono dei ragazzini in libera uscita ma dei rappresentanti di forze dell'ordine.

lunedì 27 marzo 2017

Closing Milan

Ad una svolta la cessione del Milan alla fantomatica cordata cinese. Una banda di usurai finanzierà l'acquisto della società rossonera con un tasso di interesse dell'11,5%. In pratica la remunerazione del capitale impiegato porterà al fallimento entro 3 anni, o anche meno se il nuovo amministratore delegato in pectore non porterà la squadra ad improbabili risultati sportivi.

giovedì 23 marzo 2017

Barriere mentali


Giusto indignarsi se un proprietario di appartamento decide di non affittarlo ad una coppia omo, ma è casa sua e con essa ci può fare ciò che vuole. Compreso rifiutare la locazione a due persone con questi gusti sessuali. L'antipatia che suscitano due persone dello stesso sesso che vogliono convivere sotto il medesimo tetto è un sentimento naturale, come lo è la stupidità in alcuni comportamenti tenuti dai rappresentanti del genere umano.


Torino, la denuncia di una coppia: niente casa perché siamo gay

L'agente immobiliare: "La proprietaria vuole una famiglia vera". Sdegno da Arcigay e Pd

mercoledì 22 marzo 2017

Dddonne


Il presidente dell'Eurogruppo ha detto che gli stati del Sud Europa sono più poveri degli altri perché scialacquano i loro danari in femmine e alcol: per la prima causa di indigenza c'è da essere abbastanza dispiaciuti che sia una bugia, il signor Jeroen Dijsselbloem potrebbe usare i finanziamenti comunitari per foraggiare questa attività così da emendare la sua affermazione.

Ue, bufera su Dijsselbloem. "Aiuti? Il Sud spende tutto in donne e alcol"

Il presidente dell'Eurogruppo si è rifiutato di scusarsi. 

video

martedì 21 marzo 2017

Overground

La metropolitana che viaggia tra il sesto e il nono piano di un palazzo, con le banchina della fermata su un pianerottolo. In Cina a Chongqing (cittadina di 32 milioni di abitanti) il trasporto pubblico ha escogitato questa soluzione.

video

lunedì 20 marzo 2017

Donne dell'Est

Ogni tanto fa "servizio" pubblico, ricordandosi che dal 2016 il canone per i suoi programmi lo pagano (quasi) tutti grazie all'inserimento del suo costo all'interno della bolletta dell'energia elettrica. Sabato scorso all'interno della trasmissione condotta dalla scienziata umana e non solo Paola Perego si è svolto un serio dibattito sulle virtù delle donne dell'Est Europa e sulle qualità che le farebbero preferire agli italiani. Ineccepibile.

Nel 1980 usciva "Un sacco bello"; in uno degli episodi il protagonista Enzo organizza una gita in Polonia per carpire le fortune della fauna femminile locale. Era un film commedia però, non un programma di intrattenimento e di informazione su Rai1.




venerdì 17 marzo 2017

Como ghanese


Comprarsi una squadra di calcio italiana che milita in terza divisione ("Lega Pro") costa quanto acquistare un appartamento di 3 locali a Milano. La signora Puni Akasua, moglie di Michael Essien (l'ennesimo parametro zero tesserato dal Milan per una stagione e mezza tra 2014 e 2015), si è presa l'FC Como per 237.000 euro. Ha effettuato un'offerta che il tribunale fallimentare, dalla cui sorte dipendeva il futuro del club lariano, ha accettato. Saranno contenti i tanti tifosi comaschi leghisti, che ora devono ringraziare la manager ghanese se la società azzurra non è sparita dal mondo del calcio.

giovedì 16 marzo 2017

Stelle Rosse

Non è cosa grave, deontologicamente parlando, ho solo notato che la foto che presenta la tifoseria serba ospite dell'A7 Milano immortalata su ilgiorno.it per l'incontro odierno di Eurolega (basket) tratta dei supporter della stessa Stella Rossa quando l'estate scorsa seguirono la squadra di calcio con lo stesso nome: a Reggio Emilia contro il Sassuolo per il preliminare di Europa League, poi vinto dagli emiliani.

La Questura di Milano ha vietato la vendita di alcolici nei dintorni del Forum, per ragioni di ordine pubblico. Chi vince quindi comunque saranno gli abusivi che avranno compratori che per 3 euro a lattina berranno la loro bella lattina (calda) di birraccia del discount.

Educazione

In questo video un tifoso della squadra turca del Trabzonspor è stato "costretto" a pulire 4999 seggiolini dello stadio dopo che le telecamere dell'impianto sportivo (un gioiellino da 41500 posti inaugurato nel 2015) lo hanno ripreso in piedi sulla poltroncina. La "punizione" si è poggiata sulla ratio percui il Şenol Güneş (ridenominato Medical Park Arena in ossequio ad una sponsorizzazione) è la casa dei tifosi bordeaux blu della società di Trebisonda e come tale va rispettata ed utilizzata con garbo.

Da notare che il volto del reprobo non si vede giammai nel filmato, e ciò farebbe supporre la sua produzione ad arte per fini pedagogici. Fosse anche falso, il messaggio rimarrebbe nobilmente inalterato.

mercoledì 15 marzo 2017

Prosciutto crudo istriano



Non lo conoscevo né sapevo del particolare sistema di stagionatura (essicatura) affidato al vento, che nell'isola croata di Veglia è spesso la bora. Sembra buono, ma sarebbe interessante assaggiarne una fetta.

lunedì 13 marzo 2017

Smemorandum


Il connubio tra ignoranza e violenza è una brutta roba. Venerdì sera i giocatori del Milan, negli spogliatoi dello Juventus Stadium, hanno imbrattato le immagini degli scudetti bianconeri (revocati) del 2005 e 2006, stagioni nelle quali il Milan fu parimenti condannato dalla giustizia sportiva con una penalizzazione di 8 punti scontati nella stagione 2006/2007. Urge ripasso della storia di Leonardo Meani e delle sue amichevoli telefonate ad arbitri e guardialinee.

Juventus-Milan, tutti i retroscena dei fatti accaduti negli spogliatoi

Uno sgabello rotto, pugni sulle riproduzioni dei titoli bianconeri fissate alle pareti. Ma qualcuno si è anche sfogato con il pennarello, incidendo la scritta "Ladri!" sulle riproduzioni degli scudetti 2004-05 e 2005-06, ovvero quelli di Calciopoli

domenica 12 marzo 2017

Gattuso quando vide Kakà per la prima volta

Si potrebbe parlare dei 7 gol che l'Inter oggi ha rifilato all'Atalanta (che più di un commentatore aveva già paragonato al Leicester della passata stagione), di Banega (triplettista oggi) preso quest'estate a parametro zero oppure del numero 9 Icardi che segna 3 gol in 9 minuti (però il ct. dell'Argentina gli preferisce l'ex genoano Pratto). Troppo semplice. 

Mi sono improvvisamente imbattuto (su Rompipallone.it) nella prima impressione di Ringhio Gattuso la prima volta che ha visto giocare Ricardo Kakà. Essere milanista è sempre esecrabile ma quando c'è genuinità e sincerità si può soprassedere.  

video

Seguito dal Milan

Bruno Fernandes das Dores de Souza, professione portiere, il 9 giugno 2010 diede una delle sue amanti in pasto ai suoi rottweiler, che sembra gradirono il succulente pasto. Condannato in primo grado a 22 anni e 3 mesi di reclusione, è in attesa della sentenza di appello. Nel frattempo gioca ancora a calcio nella B brasiliana. E, giustamente perché tutto torna, stava per essere acquistato dal Milan.

sabato 11 marzo 2017

I milanisti vandali


Visto che le cronache di tumulti da parte dei tifosi delle squadre di calcio in questo periodo sono povere di spunti, intervengono a correggere gli ultras direttamente i giocatori. 
I calciatori del Milan hanno operato vandalismi negli spogliatoi della Juventus dopo aver perso su un rigore ingiusto realizzato da Dybala al minuto 97. Per onor di verità nel primo tempo non era stato concesso un penalty solare ai bianconeri e il gol del momentaneo 1-1 di Bacca era stato messo a segno in posizione di fuorigioco. 
La sconfitta a tempo scaduto non è stata digerita da De Sciglio e compagni, che si sono abbandonati a vandalismi e devastazioni (fonte agenzia Ansa). Per gli spettatori che danneggiano delle strutture, una volta individuati dalle forze dell'ordine, seguono provvedimenti disciplinari: vedremo come la giustizia sportiva e ordinaria punirà questi comportamenti.  

Juventus-Milan, rabbia rossonera dopo il ko: spogliatoio dello Stadium devastato e scudetti divelti

La sconfitta maturata all'ultimo secondo per un dubbio rigore ha mandato su tutte le furie alcuni giocatori che hanno distrutto una parte della sala a loro riservata, tra le cose danneggiate anche i tricolori appesi alle pareti del vestiario

venerdì 10 marzo 2017

Ponte crollato


Non è lecito, non è ammissibile, non è tollerabile morire perché un ponte sull'autostrada cade giù. 

Il problema, in Italia storicamente irrisolvibile, è che nessuno pagherà perché le responsabilità penali personali verranno palleggiate tra vari enti, aziende e istituzioni fino a prescriversi. E non si capirà mai chi ha autorizzato dei lavori di ammodernamento dell'autostrada A14 senza contemplare il rischio di cedimento strutturale di un cavalcavia chiuso al traffico, proprio per la pericolosità del transito di veicoli sopra di esso.

E allora tra un paio d'anni all'orfano, il figlio che ha perso i genitori, verrà richiesto il pagamento del pedaggio inevaso per quell'automobile che non ha onorato il proprio casello in uscita. Questa è l'Italia che non mi piace pur essendo quella REALE.

giovedì 9 marzo 2017

La Remuntada

La partita PERFETTA è quella con cui il Barca ha battuto il Paris Saint Germain per 6 a 1, rimontando lo 0-4 dell'andata. Nei 185 precedenti, nessuna squadra era riuscita a incamerare questo risultato nella partita di ritorno. Da questo particolare si evince che i catalani hanno scritto una pagina indelebile nella storia del calcio. E dire che a 2 minuti dalla fine del secondo tempo il risultato era ancora 3 a 1. Ma i 100,000 del Camp Nou hanno spinto l'epica impresa, con il gol del canterano Sergi Roberto segnato nel quinto e ultimo minuto di recupero. Il PSG non ha approfittato delle ripartenze negli ampi spazi lasciati dai blaugrana riversati in attacco e il bomber Cavani porta sulla coscienza la rete non trasformata che avrebbe portato lo score sul 3 a 2 abbattendo l'entusiasmo e la foga degli avversari. Da ieri il calcio ha sperimentato un nuovo paradigma del concetto "Nulla è impossibile".

Sei anni fa lo stesso Barcelona non riuscì a ribaltare il 3 a 1 inflitto a San Siro dall'Internazionale fermando il risultato finale sull'insufficiente 1 a 0, ma questa è un'altra Storia, con la "s" maiuscola.

mercoledì 8 marzo 2017

Ciao Palermo?


Il Palermo Calcio è stato acquistato da una società con sede in Inghilterra e con 1250 sterline di capitale sociale. Il nuovo presidente della squadra di calcio siciliana, espressione della proprietà acquirente, è Paul Baccaglini, ex inviato della trasmissione televisiva "Le Iene". La preoccupazione dei tifosi siciliani è che si potrebbe ripetere un nuovo caso Parma (del mitico presidente Giampietro Manenti). Intanto come i ducali ha buone possibilità di retrocedere in Serie B, a cui i gialloblu non riuscirono a iscriversi e dovettero ripartire dai dilettanti.

martedì 7 marzo 2017

Closing milanista


L'ultima panzana di Silvio Berlusconi è che un anonimo gruppo asiatico avrebbe già versato fisicamente 200 milioni di euro di acconto per rilevare il Milan; la trattativa per il pagamento del resto si sarebbe arenata a causa del divieto imposto dal governo cinese sull'esportazione dei capitali.

Ora è noto anche ai non laureati con lode in economia alla Bocconi che non esistono investitori che buttano 200 milioni a fondo perduto, senza aver nulla in cambio; inoltre la Cina fa shopping in giro per il mondo con una certa facilità senza che le autorità dello stato sinico oppongano particolare resistenza. La manovra della proprietà Berlusconi mira soltanto a procrastinare la cessione del Milan e segue la pantomima del precedente tentativo dell'impiegato thailandese Mister B, naufragata nel senso del ridicolo.

Attualmente il club rossonero appartiene ancora alla famiglia B. per la volontà unilaterale di Silvio (e della figlia Barbara alla quale è stato ritagliato un ruolo ad hoc all'interno dell'organigramma rossonero). L'assenza di una visione strategica nella gestione tecnica ed economica del Milan non può che nuocere ai suoi risultati sportivi, quindi non ci si deve dolere di questa commedia ai limiti del surreale.

lunedì 6 marzo 2017

37 anni dopo



La strage nella stazione ferroviaria di Bologna del 2 agosto 1980 rappresenta uno degli eventi più tragici della storia italiana: 85 morti e più di 200 feriti. In questi giorni la procura della stessa città ha riaperto un indagine su un cittadino, già recluso nel carcere di Terni poiché sta scontando una condanna all'ergastolo. E' utile questa azione giudiziaria, non c'è nessun altra investigazione maggiormente valida o adeguata piuttosto che ricercare la verità e la giustizia in merito ad un imputato già detenuto?

domenica 5 marzo 2017

Sant'Elia violato


Non si segnavano 5 gol in trasferta dall'ottobre 2009, l'anno del Triplete. Allora si vinse sempre contro dei rossoblu, ma genovesi. In quel tempo l'occasione fu il viatico di una stagione meravigliosa (irripetibile), al giorno d'oggi è solo una tappa percorsa verso l'Europa che conta. La squadra attuale contro le formazioni più scarse o demotivate dà il meglio di sé (al contrario degli scontri diretti contro i top team), ma alcune individualità sulle quali costruire il futuro (roseo) sussistono, e questa evidenza basta per guardare il futuro nerazzurro con sufficiente e necessario ottimismo. Forza Inter.



venerdì 3 marzo 2017

Aereo vicino




Non capita sovente che uscendo sul balcone si scorga un velivolo che transita a meno di un chilometro dalla propria figura. E' possibile che la rotta Alitalia di questo Bruxelles - Linate sia abituale, tuttavia in precedenza non l'avevo mai notata.

Da rimarcare che per atterrare allo scalo milanese, il pilota avrà dovuto compiere una bella inversione, quasi ad U.

giovedì 2 marzo 2017

Creatività napoletana



Va bene, nella regione Campania lavorano il doppio dei dipendenti pubblici della Lombardia (giusto per sconfiggere quei luoghi comuni), quasi un campano su due non paga la tassa rifiuti (ci sta, non è bello pagare le imposte), un terzo delle pensioni di invalidità sono irregolari (eccesso di zelo da parte dell'INPS?). Posso essere d'accordo su tutto, ma non mi torna il fatto che ogni 100 euro dichiarati al fisco ne risultano spesi il 32% in più: il moltiplicatore keynesiano è rivoluzionato, oppure, oltre alle caratteristiche di cui sopra, l'economia campana è afflitta da un lieve problema di elusione fiscale. 

Stadi di Roma

Se non riempi lo stadio in una sfida stracittadina semifinale di Coppa Italia quand'è che lo fai il "tutto esaurito"? La risposta è MAI, non tanto e non solo poiché la pista di atletica - eredità delle Olimpiadi del 1960 - frustra la visione della partita da qualsiasi postazione degli spalti, ma perché il clima terroristico insito nelle tifoserie opposte di Roma e Lazio disincentiva qualsivoglia partecipazione dello spettatore non ultras. Non serve un nuovo stadio ma una inedita rappresentazione del gioco del calcio. Nel progresso culturale del derby romano il nuovo stadio di Tor di Valle dei giallorossi o la ristrutturazione dell'impianto del Flaminio per i laziali costituiscono soltanto un rinnovato tassello della sempiterna speculazione edilizia della Capitale. A che servono una o più arene sportive se non vengono frequentate?

mercoledì 1 marzo 2017

Calciopoli 2

Non c'è più lo smaliziato Luciano Moggi, il direttore generale  della Juventus ora è il rassicurante Giuseppe Marotta. L'effetto sulle decisioni arbitrali tuttavia è il medesimo pre 2006: la classe arbitrale nel dubbio favorisce la Juventus e penalizza i suoi avversari. Nella semifinale di andata di Coppa Italia 2017 tra bianconeri e Napoli, il direttore di gara Paolo Valeri fischia 2 rigori netti ai gobbi mentre ne nega un altro, parimenti solare, ai partenopei. 
Le inchieste di Calciopoli mostrarono che le attenzioni (i favoritismi) riservate alla Juventus non furono casuali ma architettate da un sistema peloso di costruzione del consenso arbitrale; il club torinese finì in Serie B e subì la revoca di 2 scudetti. Nel 2017 non c'è nessuna indagine in corso che cerchi di acclarare un dolo pro Juve. Non ancora forse.