martedì 18 ottobre 2016

Trasferte


Due cittadini provenienti dalla Svizzera, facenti parte di un gruppo composto di 30 persone, sono stati arrestati prima del posticipo di Serie B giocato lunedì scorso. Erano venuti appositamente da Zurigo per "affrontare" la tifoseria vercellese (loro simpatizzano per il Novara in quanto il portiere azzurro è originario del cantone elvetico). Non sono riusciti ad entrare in contatto con gli ultras avversari grazie al pronto intervento della polizia, che ha fermato 2 facinorosi i quali sono finiti indagati per resistenza e lesioni. Anche loro sono già ritornati a casa, al limite rischieranno un provvedimento di Daspo internazionale. L'accoglienza di questi animali internazionali è una disciplina che nel nostro Paese si pratica sempre - di fatto - senza rischiare nessuna sanzione concreta; e ciò infatti non dissuade, anzi incoraggia, questo tipo di delinquenza, solo incidentalmente legata al gioco del calcio.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.