domenica 16 ottobre 2016

Int 1 Cag 2


Nelle ultime 4 stagioni di campionato contro i sardi in casa l'Inter ha raccolto 2 punti sui 12 disponibili. Quando i nerazzurri furono una grande squadra l'impegno casalingo contro questi rossoblu isolani non è mai stato un problema, lo è diventato [anche] oggi quando la banda Rastelli ha vinto legittimamente avendo dominato la gara.

FdB - un novello Gasperini - ha cercato in ogni modo di pareggiare la partita, anche dopo l'immeritato vantaggio e prima della giusta rimonta finale. La polemica della tifoseria curvaiola ha inciso relativamente pure sul rigore calciato a lato dal compagno di Wanda Mara ed infatti non è quello il punto.

Perdere a San Siro contro una formazione che ambisce a non retrocedere per miracolo è cosa grave. Lo è ancor di più qualora non se ne siano convenute le cause, inducendo ad esempio FdB a non comprendere i differenziali tra una sconfitta a Fifa 2017 ed una in Serie A, la qual cosa dovrebbe propinare in lui una più sapida sagacia tattica. Lo zemanismo (inteso come dissennatezza tattica e senza risultati) è cosa grave.

Inter-Cagliari 1-2, crisi nerazzurra: Joao Mario, Melchiorri e autogol di Handanovic

Icardi sbaglia un rigore, il portoghese illude, poi i sardi sfruttano le amnesie difensive della squadra di De Boer

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.