venerdì 13 maggio 2016

Lo specialista


Dopo Mihajlovic (assunto con il compito di essere licenziato), intermezzo tra le meteore Inzaghi e Brocchi (che Berlusconi voleva bruciare e quindi li ha promossi dalla squadra Primavera per poi licenziarli), arriverà Marco Giampaolo. L'attuale tecnico dell'Empoli è il candidato ideale per occupare la panchina del Milan perché possiede 2 doti cruciali: la consolidata esperienza di allenatore in squadre che lottano per non retrocedere e la tendenza a essere cacciato a stagione in corso (6 esoneri in carriera). La strada per la 3° retrocessione in cadetteria dei rossoneri è ancora lunga, ma le premesse per l'impresa iniziano ad essere numerose.



Empoli, Giampaolo non rinnova: spunta il Milan

Il tecnico ha deciso di non prolungare l'accordo in scadenza, nel suo futuro potrebbero esserci i rossoneri



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.