martedì 1 marzo 2016

Osvaldo e Jovetić


Erick Thohir chiede 4 vittorie nelle prossime 5 gare di campionato, finalmente abbandona l'understatement ed alza voce. Il credito, più d'immagine che tecnico, che ha sostenuto finora Mancini inizia a scricchiolare. Prima dell'inizio di questa mini-serie richiesta dal presidente, c'è la formalità del ritorno di Coppa Italia in cui ci sarebbe da segnare 4 reti in più della Juventus; data la quasi inutilità della gara, viene rispolverato Stevan Jovetić, finito quasi fuori rosa dopo la sconfitta interna contro la Lazio, che ha rappresentato la tappa di inizio della crisi nerazzurra e che ha portato l'Inter dal primo posto con 4 punti di vantaggio sulla seconda ad una mesta quinta posizione.

Il 6 gennaio 2015 l'Inter pareggia 1 a 1 allo Juventus Stadium. Nei minuti finali Dani Osvaldo insulta il compagno di squadra Icardi, colpevole di non averlo servito. E' l'ultima apparizione dell'attaccante italo-argentino che verrà ceduto di lì a poco al Boca Juniors.

La rosa interista, già colpevolmente povera di attaccanti, viene in questi 2 episodi privata di giocatori capaci di fare la differenza: l'allenatore Mancini, forte della momentanea buona classifica in entrambi casi, pensa di poter prescindere dal loro contributo. Siamo arrivati all'inizio di marzo 2016 e giaciamo al 5° posto della Serie A con sole 7 lunghezze di vantaggio sul Sassuolo con 11 giornate ancora da disputare. C'è sempre lo stesso tecnico a "guidare" la Beneamata e in sempre di più iniziano a pensare a quei 2 scudetti conquistati nel 2007 e nel 2008 malgrado la gestione sportiva del Ciuffetto.

2 commenti:

  1. No, Jovetic è rotto, domani non gioca.

    RispondiElimina
  2. L'infortunio di Jovetic è di natura diplomatica, dopo il litigio al termine della partita con la Lazio ha giocato la bellezza di 185 minuti.

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.