venerdì 19 febbraio 2016

Apple contro FBI

Alla Apple non interessa in alcun modo tutelare la privacy, di 2 terroristi defunti per giunta. Teme che concedendo all'FBI la decrittazione degli smartphone incriminati si possa aprire una falla nella tecnologia del proprio sistema operativo. Non per caso anche Google e Microsoft sono solidali con Cupertino.

Se i diritti commerciali di un'azienda privata non sottostanno alle prerogative delle forze di polizia significa che la democrazia e il concetto stesso di Stato sono istituzioni superate perché superabili.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.