lunedì 11 gennaio 2016

Quagliarella 71


Il tifoso ragiona da tifoso ma spesso ha più ragione di un calciatore professionista. Due Domeniche fa l'attaccante del Torino Fabio Quagliarella ha chiesto scusa ai tifosi del San Paolo dopo aver segnato un rigore. Il numero 27 granata è napoletano di nascita, inoltre ha giocato una stagione con la maglia azzurra partenopea. La curva del Toro non l'ha presa bene e ieri lo ha apertamente contestato (al punto che l'allenatore dei granata ha preferito tenerlo in panchina).

Detto questo, la moda di non esultare dopo aver segnato ad una ex squadra è un'assurdità. Può capitare di realizzare una rete ad una squadra di cui si è tifosi (o nella quale ci si è trovati a proprio agio) ma per ragioni di correttezza e di lealtà verso la maglia che si indossa - se non altro perché è quella che paga l'ingaggio al giocatore - il passato non deve contare. Soprattutto nel caso di Quagliarella, che in carriera ha militato in 11 squadre diverse.  


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.