domenica 24 gennaio 2016

Inter Carpi 1 a 1


In questa sessione di calciomercato urge l'acquisto del fratello di Kulovìc, il cui apporto, da quando si è infortunato a dicembre scorso, latita condizionando il rendimento della squadra. Non potendo contare sulla guida tecnica di Mancini, è necessario quel giocatore che sviluppi il salto di qualità e possa consentire nuovamente di vincere le partite 1 a 0 giocando peggio dell'avversario di turno.

A questo giro - contro i terzultimi in classifica - neppure la superiorità numerica, tecnica e ambientale ha consentito di portare casa i 3 punti, che a San Siro i nerazzurri mancano dal 5 dicembre contro il Genoa. Malgrado il passo avanti rispetto alla prestazione disgustosa di Bergamo, il gioco non si vede ancora (e Mancini da più di un anno siede sulla panchina dell'Inter). Handanovic non può essere sempre l'uomo dei miracoli, non è intellegibile prendere un gol in un quasi contropiede al 94°, in casa e in vantaggio di un gol.

Il ciuffetto jesino dovrebbe prendere in considerazione l'ipotesi di escludere Icardi, la cui utilità alla causa nerazzurra è nulla laddove non viene mai servito. Palacio (o Jovetic) quantomeno svariano sull'arco di attacco e - alla bisogna - retrocedono per puntellare il centrocampo. Lo stesso tecnico marchigiano dovrebbe prendere anche in considerazione l'acquisto di alcuni attaccanti di ruolo, per cercare di occupare quantomeno l'area di rigore avversaria (il Soriano della Sampdoria servirebbe all'Inter come il 2 di picche con briscola denari).

I 3 gol nei minuti finali rimediati contro Lazio, Sassuolo e Carpi denotano uno scarso controllo dei mezzi tecnici della formazione, quando servirebbe la garra, e non la passiva attesa del fischio finale dell'arbitro; uno dei limiti, non certo l'unico, di RM.

All'andata a Modena alla fine di agosto, si vinse 2 a 1 fortunosamente. Nell'incontro di ritorno il fato ha presentato il conto compensando quella ingiustizia.



http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/24-01-2016/inter-carpi-1-1-lasagna-gol-92-mancini-sprofonda-6-vetta-140386941204.shtml1-1 COL CARPI

Inter-Carpi 1-1, Lasagna gol al 92': Mancini sprofonda a -6 dalla vetta

L'attaccante trova il pari in pieno recupero con gli emiliani in dieci per l'espulsione di Pasciuti: ai nerazzurri non basta il gol di Palacio. Il Napoli scappa e San Siro fischia

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.