venerdì 15 gennaio 2016

Cui prodest?

I cartelli stradali BILINGUE. L'operazione di difesa della lingua e della cultura lombarda passerebbe, secondo la Giunta lombarda, dalla riscoperta del dialetto lombardo quale seconda lingua ufficiale della regione. E' opinione di questi scienziati della linguistica e della toponomastica che sarebbe cosa utile installare cartelli stradali con doppia denominazione. Qualche cittadino lombardo sarebbe contento di questo sciupio di risorse pubbliche. Pertanto la parola dialettale "pirla" rappresenta l'appellativo più indicato per definirli.


"Lombardia bilingue con il dialetto": progetto di legge presentato in Regione

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.