sabato 14 novembre 2015

Parigi 13/11/2015




Parigi sotto attacco: 129 morti, italiana irrintracciabile. Isis rivendica e minaccia. Una donna nel commando

Hollande: "E' atto di guerra". Papa: "Non è umano"



I casi sono 2: gli stati occidentali continuano a non fare un'emerita ceppa contro l'ISIS evitando di invadere quel territorio annientandolo (con truppe di terra e il prezzo inevitabile delle vite umane dei militari impiegati) oppure l'
intelligence della UE effettua un capillare lavoro di indagini preventive infiltrandosi in tutte le cellule sospette per sopprimerle. La prima opzione da sola serve a poco, gli attentatori sono cittadini europei e sarebbe scarsamente poco utile annientare il Califfato, se non per eliminare il principale riferimento culturale degli attentatori. Risulta peraltro controintuitivo pensare che questi poco numerosi kamikaze abbiano più potere degli stati in cui risiedono, ma così finora è.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.