lunedì 22 giugno 2015

Fantaeuro


Ieri a Pontida, al raduno annuale della Lega Nord, oltre allo sdoganamento dei "terun" (secondo il prode Salvini, i meridionali e il Sud Italia non sono più un problema ma un'opportunità elettorale) ha parlato Claudio Borghi, che di mestiere insegna economia all'Università Cattolica di Milano. 

Costui ha sostenuto che il ritorno alla lira, quale nuovo conio svincolato dall'Euro, accoppiato ad una tassazione composta di una sola aliquota per tutti i contribuenti, e all'indicizzazione dei salari legata all'inflazione, costituirebbero la ricetta economica per uscire dalla crisi finanziaria. E questo ben conoscendo quanto potrebbe accadere alla Grecia qualora fosse "espulsa" dall'euro. 

Non basta essere laureati e docenti universitari per non dire vaccate.



La ricetta economica leghista ​tra flat tax e scala mobile: "Italia subito fuori dall'euro"

L'economista Borghi traccia l'agenda del Carroccio: "Qui è come se fossimo stati in guerra: per la ricostruzione non c'è destra e sinistra, bisogna ricostruire" (ilgiornale)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.