giovedì 14 maggio 2015

Non dormire in pubblico


Addormentarsi alla presenza del "caro leader" è pericoloso in Corea del Nord. Il simpatico dittatore locale si risente e fa fucilare chi viene sorpreso ad appisolarsi in sua presenza. L'affronto è costato la vita al capo delle forze armate di questo stato asiatico, che è stato ucciso a colpi di obice. L'originalità delle esecuzioni capitali è una caratteristica distintiva del regime nordcoreano: qualche tempo fa uno zio del despota di Pyongyang fu "giustiziato" sbranato da una trentina di cani affamati. Entrambe le modalità di mortificazione (la fucilazione con armi pesanti e la divorazione) presentano il pratico vantaggio di non dover smaltire il corpo del condannato.




Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.