venerdì 20 febbraio 2015

Roma terra libera

Non c'è niente di incredibile nella facilità con cui qualche migliaia di tifosi olandesi ha devastato il centro di Roma. La disorganizzazione e l'inedia degli apparati dello stato italiano consentono la realizzazione delle più turpi azioni, pure in una piazza centrale della città capitale nazionale. E' quasi certo che questi hooligan organizzino apposta le trasferte del nostro Paese perché solo in Italia essi sono liberi di compiere ogni genere di azione vandalica mentre a casa loro la reazione e la prevenzione degli apparati statali locali glielo impedisce (e garantisce una dissuasiva azione sanzionatoria). Non ci dev'essere quindi alcuna reazione di sorpresa per quanto accaduto ieri in piazza di Spagna. 


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.