giovedì 12 febbraio 2015

In dubio pro reo


Dell'opinione che mi sono fatto Massimo Bossetti è colpevole dell'omicidio di Yara Gambirasio. Ma non sussistendo gli elementi probatori per la sua condanna oltre ogni ragionevole dubbio, ritengo assurdo che questo personaggio stia scontando (già) 7 mesi di custodia cautelare in carcere. Se un indagato non è sanzionabile come il responsabile di un efferato crimine, per me è innocente, pure se risulta fortemente indiziato di un reato così riprovevole. E visto che sono trascorsi più di 4 anni da quella morte violenta, in dubio pro reo. L'utilizzo della carcerazione preventiva per ammorbidire l'imputato mi appare come un moderno strumento di tortura per "favorire" la confessione dell'imputato, la qual cosa non rappresenta la caratteristica distintiva di un Paese civile.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.