domenica 18 gennaio 2015

Grazie Milan


La quarta sconfitta casalinga del Milan allieta la domenica dei nerazzurri. L'Atalanta vince non demeritando e abbandona il quartultimo posto che prima di oggi occupava in classifica.

Il Milan ha i nostri stessi punti (ne aveva 4 in più alla fine del 2014) ma a mettere di buon umore sono:

  • l'assenza di un progetto tecnico neppure abbozzato (solo parametri zero dall'ingaggio elevato);
  • l'ulteriore impoverimento della rosa rossonera nella presente sessione di mercato (Torres in questo Milan poteva funzionare da fuoriclasse, al contrario del bollito sicuro Cerci);
  • l'assoluta insipienza dell'allenatore Inzaghi (oggi espulso per aver ribattuto al volo in campo un pallone finito in fallo laterale);
  • l'incapacità cronica di costruire un gioco di squadra (non sono casuali le sconfitte casalinghe e/o contro avversari non di primo piano);
  • l'assenza di rigori gentilmente concessi al Milan può far precipitare la sua già magra classifica;
  • la permanenza di Barbara Berlusconi all'interno della dirigenza della società di via Aldo Rossi.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.