sabato 1 novembre 2014

Nessuno è Stato


Non è colpa di nessuno se Stefano Cucchi è morto per le conseguenze delle percosse ricevute (così ha decretato un Tribunale della Repubblica). Non c'è nessun responsabile per il suo decesso se non il defunto stesso (secondo il sindacato di polizia). In questa manifestazione di stato di diritto assente, si crede meno nella giustizia delle istituzioni.


In primo grado erano stati condannati i medici, ma non gli infermieri e gli agenti. Sentenza per insufficienza di prove. I genitori in lacrime: «Ucciso un’altra volta». Polemica per il comunicato del sindacato di polizia: «Giusto così, vita dissoluta»







Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.