venerdì 31 ottobre 2014

Halloween di Assago


Organizzazione clandestina per una spedizione dalla disciplina militare. Qui non si scherza, per chi ha il dolcetto.

Nota bene: "Piedibus infernale" 


50° della M1


Tra il 1960 e il 1964 a Milano furono costruite 21 fermate della Linea Rossa della metropolitana milanese. 50 anni dopo per inaugurare una tratta più breve, con la tecnologia del XXI secolo, ci si impiega un po' più di tempo (8 anni per portare la M2 da Famagosta ad Assago, 2 fermate e 3 km di tracciato quasi tutto in superficie): perché?


mercoledì 29 ottobre 2014

Evelina


Il calcio non c'entra, almeno incidentalmente. Evelina Christillin, già "Organizzatrice Olimpiadi Torino 2006" e presidentessa di un'associazione onlus che si occupa di prevenzione dell'anoressia, ieri ha associato la famiglia Addams ai Moratti e appellato Thohir quale Cicciobello a mandorla.

In 24 ore è riuscita ad esprimere pensieri discriminatori e razzisti. Da esponente della Torino bene ala radical chic questa signora crede di poter scrivere quello che vuole essendo "classe dirigente", senza neanche la necessità di rettificare certe affermazioni oppure chiedere venia. La signora Christillin non si vergogna quindi di quanto che ha scritto, il suo curriculum emenda queste uscite inopportune che appaiono sintomatiche di uno scollegamento sostanziale con la realtà.

INTERIL CASO

Christillin, post offensivo su Inter, Moratti e Thohir

L'organizzatrice dell'Olimpiade di Torino 2006 definisce l'indonesiano "Cicciobello a mandorla", ironizza sui denti di Moratti e attacca pesantemente i nerazzurri



Cosa rimane all'Inter senza Moratti?

La notizia clou della settimana, però, almeno per me, è senz'altro quella dell'addio all'Inter della famiglia Moratti-Addams. Ma come? Ma perché? Insomma, come faremo senza tutti quei denti in tribuna, senza gli abbracci frenetici delle loro smilze braccine, senza l'esultanza della Bedy che salta per aria anche quando l'Inter segna in amichevole contro il Pertusa? (link)

martedì 28 ottobre 2014

Non solo pila

Una torcia (per illuminare) alimentata ad energia solare, che funziona prevalentemente quando c'è il sole. La talentuosa innovazione tecnologica è venuta alla Varta; per consentire il funzionamento di questo strumento di illuminazione bisogna conservarlo all'aperto (in un cassetto non arriva la luce) e - se caricato completamente - può rischiarare l'ambiente per 2 ore. Quando cessa di funzionare, azionando una cordicella per 60 volte, ci sono 10 minuti di luce addizionali.

lunedì 27 ottobre 2014

Spazzatura


Ad Oristano ogni cittadino produce in media 377 kg di rifiuti urbani all'anno, a Mantova 760; che cosa differenzia gli oristanesi dai mantovani? La diversa metodologia di calcolo di questi numeri, che a Legambiente poi si annoiano se non pubblicano qualcosa una volta ogni tanto.


Cesena 0 Inter 1


Non si vinceva in campionato da un mese (2 - 0 all'Atalanta il 25/9/14), non si facevano 3 punti fuori casa da (2 - 0 a Parma il 19/4/14) e soprattutto l'ultimo rigore era stato segnato il 5 maggio 2013 (gol della bandiera dello sciagurato Alvarez nella sconfitta in casa del Napoli): un po' non ce li davano, un po' li sbagliavamo (lo stesso Alvarez, Milito e Palacio).

Questa curiosità statistica non nasconde la deludente prestazione interista in quel di Cesena, una delle 3 squadre insieme a Empoli e Chievo fortemente candidate alla retrocessione. Per un'ora in superiorità numerica, l'Inter non chiude la gara e anzi rischia un paio di volte il pareggio dei romagnoli, salvata dalla fortuna (vedi imperizia di Marilungo) e da Handanovic in versione paratutto.

Così non si va tanto lontano, e dire che il terzo posto in campionato che dà l'accesso ai preliminari di Champions League è distante solo 4 punti. La soluzione non sarebbe neppure cacciare Mazzarri, la cui insipienza tattica è ormai proverbiale.  A partire da febbraio la società dovrebbe puntare maggiormente sulla fase finale dell'Europa League, unico obiettivo percorribile per noi in questa stagione. 

domenica 26 ottobre 2014

Cassoeula

E stasera me te magno.

PER 8 PERSONE

  • 2 piedini di maiale
  • 2 orecchie di maiale
  • 250 g di cotenne di maiale
  • 1 kg di costine di maiale
  • 8 salamini verzini
  • 400 g di luganiga
  • 2 kg di verza
  • 1 cipolla
  • 2 costole di sedano
  • 2 carote
  • burro
  • vino bianco secco
  • sale
  • pepe
DIFFICOLTÀ:
media

PREPARAZIONE
40 minuti

COTTURA
2 ore e 50 minuti
Fate bollire per 45 minuti in abbondante acqua salata le orecchie e le cotenne del maiale, e per 1 ora i piedini, dopo averli raschiati e fiammeggiati; scolateli e tagliateli a pezzetti. Fate rosolare per circa 10 minuti le costine con poco burro in modo che si coloriscano appena, poi toglietele dal fuoco e tenetele da parte; fate lo stesso in un’altra pentola con i salamini verzini bucherellati e la luganiga tagliata a pezzi piuttosto grossi. Mondate e lavate le foglie di verza, poi mettetele in una pentola senza sgrondarle dall'acqua dell’ultimo lavaggio. Coprite e fatele appassire a fuoco basso.
In una capace casseruola sciogliete 50 g di burro e fatevi rosolare una cipolla tritata, poi unite il sedano e le carote anch'essi tritati; appena si sono coloriti, unite i salamini e la luganiga, sfumate con un bicchiere vino, lasciatelo evaporare, bagnate con poca acqua e fate cuocere per circa 10 minuti a fiamma moderata.
Quindi unite tutta la carne e dopo qualche minuto aggiungete le verze, mescolate bene e se necessario aggiungete poca acqua. Cuocete a fuoco basso per circa 1 ora o fino a quando la carne non si staccherà dagli ossi; se si asciugasse troppo bagnate con poca acqua. A metà cottura aggiustate di sale e pepe.
Lasciate riposare la cassoeula per 20 minuti prima di servirla, accompagnandola a piacere con polenta calda.

venerdì 24 ottobre 2014

Casta sicula


In Sicilia c'è qualcosa che non va, mi sembra chiaro. Con che spirito i siciliani onesti che non appartengono agli imboscati della Regione e gli altri italiani probi possono contribuire alla fiscalità nazionale sapendo che ci sono questi fancazzisti nullafacenti ben retribuiti?



MM e WM

Torno a parlare di calcio dopo un mese di silenzio stampa causato dal disgusto per le prestazioni e l'assenza di gioco della Beneamata. Ieri Moratti Sr. si è dimesso da presidente onorario dell'Inter unitamente ai 3 componenti del CdA che facevano riferimento a lui. Si è chiusa un'epoca cominciata nel febbraio 1995 che è culminata nell'anno del Triplete: MM ha vinto complessivamente 18 titoli. Un presidente interista fino al midollo che ha portato i suoi nerazzurri sul tetto del mondo. Le storie d'amore, anche le più belle, possono terminare e le difficoltà economiche dell'azienda di famiglia hanno interrotto il flusso economico che ha finanziato le casse societarie per 18 anni. Ieri durante la consueta prestazione scialba contro il Saint-Étienne, la Curva Nord e il resto dello stadio hanno ignorato questa storica vicenda: evidentemente la riconoscenza e la gratitudine non appartengono ai tifosi meno assennati.

L'elemento scatenante sulle dimissioni morattiane è scaturito da un'affermazione di Walter Mazzarri durante la conferenza stampa di 2 giorni fa in cui ha trattato con sufficienza l'ex presidente: è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso della sua pazienza e ha preferito andarsene piuttosto che subire la pubblica umiliazione nel silenzio di Thohir e dei suoi collaboratori.

Mazzarri, forte del contratto in scadenza a giugno 2016, si può permettere di blaterare e/o di continuare a far giocare male la sua squadra. Ma la colpa non è sua ma di chi lo ha messo in panchina e gli ha prolungato l'ingaggio. Come disponesse i giocatori in campo si sapeva (dai tempi della Reggina utilizza unicamente il modulo 3-5-2), che non fosse in grado di gestire il turnover e non valorizzasse i giovani pure. A meno di tragici risultati sportivi, tocca tenerci il "Profeta di San Vincenzo", la nuova dirigenza è attenta al bilancio e non la si può biasimare per questo. In caso di esonero, auspico un forte cambiamento di rotta con l'ingaggio di un interista vero come Walter Zenga, che quantomeno porterebbe entusiasmo e linfa nuova, sulla falsariga di Inzaghi al Milan o di Pozzecco alla Pallacanestro Varese.  

mercoledì 22 ottobre 2014

Roma kaputt mundi


Daniele De Rossi è un romanista vero, caratteristica preminente che lo fa difettare in realismo. Sette anni dopo aver preso 7 gol a Manchester, i capitolini ripetono l'impresa in quel dell'Olimpico. Quando DDR si riferiva a giocatori fortissimi che lo circondavano, non alludeva certamente ai compagni di squadra giallorossi.


ROMAVIGILIA BAYERN

Champions, De Rossi: "A Roma non per ambizioni. Sono al top della carriera"

Il centrocampista giallorosso alla vigilia della sfida con il Bayern, battuto 4 anni fa: "Siamo cambiati molto da allora. Ora siamo più forti. Sono circondato da giocatori fortissimi"


CHAMPIONS LEAGUECHAMPIONS

Roma-Bayern 1-7, tedeschi a valanga all'Olimpico

Show dei bavaresi all'Olimpico: a segno Robben due volte, Götze, Lewandowski, Müller, Ribery e Shaqiri. Di Gervinho il gol della bandiera giallorossa


martedì 21 ottobre 2014

4 novembre

Grande Guerra, risuona l’Inno
E la Lega esce dall’aula

I consiglieri del Carroccio avevano chiesto che al posto dell’inno nazionale ci fosse un coro degli Alpini. I consiglieri del Carroccio sono rientrati dopo l’apertura


Solo dei pirla, dei grillini o dei leghisti potrebbero fare della polemica elettorale su una cosa del genere. Attenzione a non confondere i 3 soggetti succitati in quanto potrebbero risultare coincidenti.

Ligabue incanta New York?

il rocker emiliano negli Usa
Il tour di Ligabue incanta New York
«Abbiamo suonato al centro del mondo». Ligabue ha salutato domenica il pubblico di New York, seconda tappa del «Mondovisio­ne Tour Usa»: si è esibito al Terminal 5 quasi esaurito (nella foto). Il cantante ha poi donato una chitarra Fender alla Hard Rock, la catena di locali che ha collezionato 73mila pezzi di grandi rock star.

Non essendo una rock star, di chi era quindi la chitarra che Ligabue ha regalato alla catena Hard Rock?

Moschee = estremisti


Allora anche le chiese sono un regalo ai pedofili. La GelmInI, quella delle I.

lunedì 20 ottobre 2014

Pasta prostitutiva alla scuola dell'infanzia

Le penne alla puttanesca alla refezione dei bimbetti e delle bimbette della scuola materna possono essere una portata azzardata, e vabbè che in molti studenti non sanno ancora leggere.


sabato 18 ottobre 2014

Grazie Tiberio


Il bestemmione al sabato mattina (2 volte) su RaiUno ci mancava, infinita gratitudine al signor Timperi che ha colmato la lacuna.


venerdì 17 ottobre 2014

Prequel


Collegato ad un evento di successo, c'è l'invenzione editoriale di quello che sarebbe successo dopo l'evento o prima, come in questo caso. Non credo che sia sufficiente a creare il successo, ma così attira gli amanti della serie principale, se non altro per semplice curiosità.


Il termine prequel (pronuncia /ˈpriːkwəl/) è un termine mutuato dalla lingua inglese, traducibile in lingua italiana come sinonimo di antefatto. viene usato nel gergo cinematografico per indicare un film che presenta dei personaggi e degli eventi cronologicamente antecedenti all'ambientazione di un altro film precedentemente girato. (wikipedia)




Il Commissario Gordon, la cui reputazione è sinonimo di legge e ordine, è uno dei più grandi avversari del crimine, ma cosa sappiamo della sua storia? La serie muove dalle origini dei grandi supercriminali e vigilanti della DC Comics, rivelando un intero nuovo capitolo che non è mai stato narrato. Dal produttore Bruno Heller, Gotham segue l'ascesa di un poliziotto attraverso una città pericolosamente corrotta che vacilla sull'orlo del male e racconta la nascita di uno dei supereroi più celebri del nostro tempo: Batman.

Vertice ASEM

Già senza eventi particolari Milano è incasinata, il fatto poi che si sia deciso di organizzare un vertice internazionale con una cinquantina di capi di stato non aiuta la fluidità del traffico. Ma, dico io, questo incontro non potevano farlo su una portaerei in mezzo al mar Tirreno invece che nel centro di una città?

giovedì 16 ottobre 2014

Vecchia Signora


Grandiosa operazione di search engine optimization ("SEO"): cercando questa stringa su Google Maps si trova - correttamente - lo stadio della Juventus.




Ma che cazzo?

I media greci iniziano ad apprezzare le doti tecniche di Claudio Ranieri, l'allenatore che è riuscito a non vincere nulla da nessuna parte, neppure per caso o per sbaglio.

L'impresentabile Violante


Al 19° scrutinio in cui non viene votato quale rappresentante delle Camere alla Corte Costituzionale, sorge il sospetto che Luciano Violante non sia il candidato ideale del centro-sinistra, che con un voto palese lo dovrebbe/potrebbe eleggere. I motivi ostativi possono essere molteplici, il seguente li batte tutti. La nouvelle vague dell'uomo nuovo Renzi Matteo ne esce ridimensionata, insieme alle sue costanti promesse roboanti, finora non realizzate o realizzabili.



Consulta, ancora fumata nera 
per l’elezione dei giudici

Pd, Ncd, Fi, Pi e Sc avevano annunciato scheda bianca o voto nullo: è il diciannovesimo tentativo andato a vuoto

e

mercoledì 15 ottobre 2014

Serbia, Albania, Kosovo


E' sempre sbagliato strumentalizzare un evento sportivo per manifestare rancori nazionalistici mai sopiti, ma perdinci c'era proprio bisogno di inserire Serbia e Albania nello stesso girone di qualificazione agli Europei di calcio del 2016?


Serbia-Albania: bandiera politica scatena la rissa, partita sospesa

Basta la comparsa di una bandiera che inneggia al Kosovo libero per scatenare le ire dei serbi, che lo considerano una propria costola: polizia in campo







martedì 14 ottobre 2014

Torrazzo


Non tutti sanno che il campanile del duomo di Cremona, che si eleva a 124 metri, è quello [storico] più alto d'Italia... Quindi Cremona rimane un posto inutile, anche se si fregia di questo primato nazionale.


domenica 12 ottobre 2014

Troppi tartufi per Beppe Grillo


Uno vale uno ma quello che vale uno più degli altri accusa un malore prima del comizio del partito da lui stesso fondato. Uno vale uno perché capita a tutti di fare indigestione di tartufi.



Risotto con le castagne


Sgusciare e sbollentare le castagne (300 gr). Cuocerle con un bicchiere di latte per 15 minuti. Far appassire della cipolla in una casseruola con le castagne e del burro per 5 minuti. Bagnare con qualche cucchiaio di brodo e cuocere per 20 minuti. In un’altra casseruola cuocere riso (280 gr.) e pancetta a pezzetti. A cottura unire cipolla e castagne. Mescolare e servire.

sabato 11 ottobre 2014

Milano 1379 Assago 90


E' in atto un processo storico di spostamento di popolazione tra Milano e i comuni del suo hinterland: nel 1971 risiedevano a Milano 1,7 milioni di abitanti, nel 2011 il numero è sceso di 500.000 unità. Sono soprattutto le nuove famiglie a lasciare il comune capoluogo mentre sono gli immigrati (italiani e non) a continuare a preferirlo quale residenza.


Per Assago, ridente località del Sud Milanese, vi è anche un altro motivo di preferenza: lo stesso nucleo familiare composto da marito, moglie e figlio a carico residente a Milano con casa di proprietà spenderà 1379 € in tributi locali (TARI + TASI + Addizionale comunale IRPEF), ad Assago solo 90 euro per la vecchia tassa rifiuti e nulla per le altre tasse comunali. Senza menzionare i diversi costi della retta per l'asilo nido e della refezione scolastica. 




venerdì 10 ottobre 2014

#italia5stelle #italia5sfigati


Nell'Italia post-moderna (o pre-pirla) del raduno nazionale del MoVimento $ociale 5 SStelle al Circo Massimo ci sono 5 cento spettatori e per vedere l'evento via internet bisogna sorbire gli annunci pubblicitari, per forza: è una prova fondamentale di iniziazione utile a far capire al server di Casaleggio se 6 casta (no!!!!!11!!!!!) oppure gggente (si!!!!!undici!!).


Un anno di Samp


Gaetano Berardi da questa stagione gioca nel Leeds United proveniente dalla Sampdoria, squadra con cui ha disputato la stagione 2013/14. Ha pubblicato un video girato con una micro-camera in cui mostra ciò che accade negli spogliatoi e sulla panchina, compagni di squadra e staff consenzienti. E' un omaggio ai blucerchiati, che alla fine del video vengono ringraziati per la bella esperienza che il giocatore svizzero ha maturato.

Mihajlović, l'allenatore, non viene mai inquadrato e e vien da pensare che proprio il serbo rappresenti il motivo della cessione di GB.


giovedì 9 ottobre 2014

Paola Taverna e il Duce


Ho preso qualche appunto, proprio qualche appuntino così. Ora si parla del TFR: gli 80 euro li ha dati e mo li mette strutturali, ma non si sa da dove prenderà i soldi; poi ci penserà la collega Lezzi a spiegarci da dove altro li toglie. Adesso mette in mezzo la storia del TFR. Sono andata a vedere chi ha introdotto il TFR e sono rimasta sorpresa: l'ha messo Mussolini. Allora, Mussolini introduce il TFR e crea uno Stato sociale e Renzi cosa fa? Toglie il TFR, lo mette in busta paga, lo tassa, aumenta in tal modo la possibilità di acquistare in maniera tale da rendere poi strutturale l'aumento degli 80 euro. Li sta prendendo dalla tasca delle persone!

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/frame.jsp?tipodoc=Resaula&leg=17&id=00804246&part=doc_dc-ressten_rs-ddltit_rdddddl1428ecdledqdf-trattazione_ddqdf-intervento_tavernam5s&parse=no


Sabina Guzzanti


Una carriera discendente passata da comica che faceva poco ridere a mediocre regista di pellicole complottiste. Nel tweet di oggi esprime vicinanza a 2 mafiosi ergastolani. Falcone e Borsellino avrebbero "apprezzato" molto.



Negata la presenza dei boss alla deposizione del capo dello Stato

La testimonianza prevista per il 28 ottobre. Non potrà assistere neppure l’ex ministro Mancino. «Il Quirinale gode di immunità», dice la Corte


Le stecche dei cardinali


(Anche) i dirigenti (celibi) della Vaticano SpA godono di privilegi, mi stupisco dello stupore del quotidiano Repubblica nel constatare questa non-notizia.

Sigarette scontate per i cardinali". Ecco i benefit del Vaticano


Cinquecento pacchetti al mese e buoni anche per la benzina. L'elenco in una lettera al cardinale Pell, prefetto all'Economia

mercoledì 8 ottobre 2014

RaiExpo 2015


Per assicurare un'adeguata copertura mediatica radio-televisiva, la RAI a dicembre 2013 ha creato una struttura speciale in cui ci lavorano 58 dipendenti. Per evitare eccessive commistioni con il sito espositivo, che inquinerebbero la veracità della comunicazione giornalistica, la stragrande maggioranza della forza lavoro sta a Roma.

La febbrile attività di RaiExpo 2015 ha già prodotto un bel documentario costato solo 800.000 euro.


martedì 7 ottobre 2014

Ottusità istituzionale



Si vogliono sposare persone (dello stesso sesso)? Che lo facciano e lo Stato sia garante della loro unione affettiva. Il ragionamento sarebbe sensato se non ci fossero moralisti cattolicheggianti come il ministro della Giustizia che vuole legiferare secondo i dettami della sua religione che, in quanto tale, pretendono di decidere sulle istituzioni che regolano la vita anche di quelli che non la pensano come lui. La religione è l'oppio dei popoli e Alfano ne "fuma" parecchio.


GOVERNO

Nozze gay, i sindaci in rivolta «Non obbediamo ad Alfano» 
Il ministro: basta ideologie


Circolare del Viminale: stop alle registrazioni dei matrimoni all’estero. Il Pd: «Serve una legge». Critica anche Forza Italia, Brambilla: «Governo non in sintonia col Paese» Senegh

Voleva già bene al coniuge


Gli eccessivi festeggiamenti prima del matrimonio: una sposina spagnola rimane incinta durante il suo addio al nubilato e il fecondatore è affetto da nanismo.


A la mujer, de Valencia, no le ha quedado más remedio que destapar el pastel tras dar a luz a un bebé diagnosticado de enanismo

Confiesa a su marido que se quedó embarazada de un 'Enano Boy' el día de su despedida de soltera

Durante esa loca velada 'se le fue la olla' y acabó teniendo sexo con el stripper


Gibilterra e il calcio


La dipendenza d'oltremare del Regno Unito è la 54° federazione affiliata all'UEFA. Non essendo uno stato autonomo, Gibilterra non è stato riconosciuta anche dalla FIFA. All'interno del suo territorio non è presente uno stadio omologato per ospitare partite internazionali, quindi gioca le partite casalinghe delle qualificazioni europee in Portogallo.

All'inclusione di Gibilterra nella federazione europea del calcio nel 2013 votarono contro solo due federazioni: quella spagnola, che rivorrebbe indietro il territorio della Rocca reputando invalido il contenuto del Trattato di Utrecht del 1713, e quella bielorussa. Questa avversione della federazione della Bielorussia contro Gibilterra è ignoto ai bielorussi stessi.   


lunedì 6 ottobre 2014

La gru di Suzuka


Durante il GP di Giappone, quello nel quale Bianchi pilota della scuderia Marussia tampona una gru infortunandosi gravemente, uno spettatore dalle tribune dell'autodromo giapponese non guarda la corsa ma con una telecamera sta riprendendo un angolo fuori dalla pista, e non il tracciato dove le monoposto stanno ancora girando. Questo cineamatore andrebbe visitato da uno molto bravo, perché quanto meno porta sfiga.

http://video.corriere.it/formula-uno-schianto-bianchi/97415ae6-4d67-11e4-a2e1-2c9bacd0f30

Il Poz


Pure nel basket, nelle conferenze stampa l'allenatore recita copioni scontati. Gianmarco Pozzecco fa eccezione. Lui varesino che concluse la carriera da giocatore con gli applausi dei nemici storici del Cantù. Intervista da leggere, il Poz è un personaggio, rarità da coltivare e preservare nella pallacanestro "moderna".


COME DIMAGRIRE GRATIS !


Corso gratuito da € 19,99.

Kamikaze donna curda

Una donna di nazionalità curda - madre di 2 figlie - si immola per la causa facendosi saltare in aria in presenza di miliziani dell'Isis: aveva finito le munizioni. 

  • Mondo
  • Medio Oriente 
  • Isis: kamikaze curda era madre 2 figlie

Isis: kamikaze curda era madre 2 figlie

Sito, "capo unità femminile, suicida dopo aver finito munizioni"

domenica 5 ottobre 2014

Aperto h 24

Bevande calde e fredde, snack, dolci e anche parafarmacia (profilattici e assorbenti). A San Giacomo - frazione di Zibido San Giacomo - un segno di vita e di civiltà quale è un'area dove vi sono distributori automatici.

La vita di Jules Bianchi


Nella Formula 1 supertecnologica una monoposto finisce contro un trattore e conseguentemente il suo pilota all'ospedale in condizioni gravissime. Vien quasi da pensare che l'incidente non sia stato evitato per aumentare la visibilità di uno sport a cui di spettacolare è rimasto veramente poco.


Lavoratori della Calabria


In questa regione i fine settimana trascorrono negli stenti e nella sofferenza, il lunedì i calabri ne risentono e si ammalano. In generale il clima lì è sfavorevole in quanto in media debbono rimanere a casa 35 giorni all'anno.


  • Lavoro, Una Malattia Su Tre È Di Lunedì I Dipendenti Più «Cagionevoli» In Calabria

LO STUDIO DELLA CGIA

Lavoro, una malattia su tre è di lunedì
I dipendenti più «cagionevoli» in Calabria

In un anno la media dei calabresi è di 34,6 giorni di malattia. In Veneto le assenze scendono a 15,5



sabato 4 ottobre 2014

La medicina secondo i pirla


Onde evitare di sconfinare nell'eugenetica, il Policlinico di Milano ha vietato ad una coppia l'analisi preimpianto nell'ambito di un processo di fecondazione omologa. La struttura ospedaliera ha preferito quindi che potesse venire al mondo un bambino con probabili gravi malattie ereditarie piuttosto che scongiurare al nascituro una vita contrassegnata dal dolore.

Pur non trattandosi neppure di fecondazione eterologa, l'ottusità targata Comunione Liberazione interviene nel complicare un legittimo desiderio di paternità. Si tratta di uno dei privilegi del vivere in una regione come la Lombardia in cui i cattolici, pur essendo minoranza tra la popolazione, determinano il libero arbitrio della cittadinanza. 



Fecondazione, niente analisi 

preimpianto: Mangiagalli denunciata

Azione legale di una coppia. La clinica: rischio di eugenetica


L’obiettivo è di evitare che i genitori trasmettano a un bambino malattie genetiche gravi, come la fibrosi cistica, l’emofilia e la talassemia. Ma in Mangiagalli, tra i più importanti centri nascita d’Italia, la diagnosi preimpianto sugli embrioni continua a essere vietata. Così adesso è scattata un’azione legale contro la clinica, che rischia di finire in Tribunale

.

venerdì 3 ottobre 2014

Dibba


Dunque, i nostri parenti africani stiano nel loro continente, e se non lo capiscono che non hanno rispettato la loro terra inquinandola di rifiuti - invece di riusarli e riciclarli - si elimini questo fastidio per legge. Per affermare tutto ciò il cittadino deputato in oggetto percepisce anche uno stipendio.


Alessandro Di Battista con Thea Heart
Politico · Piace a 290.996 persone
 · 30 settembre alle ore 16.41 · 

I FRATELLI AFRICANI DEVONO STARE A CASA LORO PERCHE' QUELLA E' CASA LORO
Per questo intervento in aula sull'immigrazione mi sono beccato del razzista. E' evidente che l'immigrazione clandestina e' un problema e dire “i fratelli africani devono stare a casa loro perché quella e' casa loro” non e' affatto una frase xenofoba.
Nel 2011 la popolazione mondiale era poco meno di 7 miliardi di persone. L'Africa 1 miliardo e 51 milioni. Nel 2050, la terra ospiterà 9 miliardi e mezzo di abitanti. L'Africa 2 miliardi e 300 milioni.
E' del tutto evidente che l'Italia non possa accogliere 100.000 migranti (dato che tende a crescere) all'anno provenienti dalla Libia. O si affrontano le cause dell'immigrazione o la situazione precipiterà ancora di piu'.
Una seria legge anti-corruzione (e' un esempio) serve anche a ridurre l'immigrazione clandestina (che tra le cause ha l'impatto di transnazionali che “corrompono” classi dirigenti africane” - vedi caso ENI-Nigeria). Una legge sul riuso e il riciclo dei rifiuti, altro esempio, riduce gli impatti ambientali nei paesi del sud del mondo, altra causa dell'abbandono delle campagne.
Il Parlamento italiano potrebbe - domani mattina – approvare leggi per ridurre il fenomeno e invece si passano giorni a provare a far eleggere Violante alla Corte Costituzionale.


Ridotto

La tennista rumena Simona Halep nel 2009 si è fatta ridurre le dimensioni del seno che ne ostacolava l'agilità ed ora è diventata la numero 2 nella classifica WTA: pessimo messaggio, fors'anche diseducativo.

mercoledì 1 ottobre 2014

Fine di De Magistris


Sei in difficoltà perché ti stanno per condannare ad uno anno e tre mesi? Cita a sproposito il presidente Napolitano così magari indagano su di lui e riesci a svangarla.

L'ex pm Luigi de Magistris, attuale sindaco di Napoli che si dovrà dimettere a breve, si pone allo stesso livello di alcuni politici che ha sostituito: non accetta le decisioni dei magistrati, peraltro suoi ex colleghi. 


La ventata di aria nuova della rivoluzione arancione con lui è diventato un sintomo spacciato per rimedio. In molti si illusero sul signor De Magistris, sottoscritto compreso.






IL SINDACO DI NAPOLI NELLA BUFERA

De Magistris sospeso da sindaco Foto
E nel processo tirò in ballo Napolitano


Il prefetto di Napoli ha ricevuto la comunicazione del tribunale sul caso del sindaco condannato per abuso d’ufficio La rivelazione dell’ex pm durante l’interrogatorio: «Fu secretato il nome dell’attuale presidente in un’inchiesta di Tangentopoli»