venerdì 25 luglio 2014

Il grande dittaTour


Vincenzo Nibali ieri ha vinto anche sui Pirenei e ora può gestire il vantaggio di più di 7 minuti sul secondo in classifica. Data la storia recente di questo travagliato sport, il sospetto che sia anche lui un dopato c'è. Per scalare i 13,6 km della salita dell'Hautacam Bjarne Riis nel 1996 impiegò 34' 15'' e quattro anni dopo un altro dopato reo confesso come Lance Armstrong 36' 25''. Il messinese dell'Astana, con una bicicletta più moderna rispetto a loro, ieri ha effettuato la scalata con un tempo di 37 minuti e 26 secondi. Ci si augura vivamente che questa minore velocità sia sintomo di aria nuova per il ciclismo.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.