martedì 17 giugno 2014

Compagno De Rossi


Il centrocampista della Roma e della Nazionale Daniele De Rossi ha sentenziato che per le organizzazioni calcistiche come la FIFA "contano di più i soldi". Lo ha affermato mentre partecipava ad un evento spontaneo con qualche centinaio di ragazzini brasiliani poveri (che in vita loro e di somma non guadagneranno il suo ingaggio annuale di 6 milioni di euro netti, premi e sponsorizzazioni esclusi). 

Chissà se avrà colto l'occasione per ammonirli sulle nefaste conseguenze delle economie di mercato, e se si sarà chiesto quanto il suo stipendio possa essere correlato al fatto che le pay tv paghino i diritti televisivi delle partite in cui lui gioca e spalmino i vari incontri calcistici negli orari e nei giorni più disparati: compreso il fatto che in Brasile si giochi in orari pomeridiani che siano corrispondenti al prime time del pubblico europeo. 


Mondiale 2014, De Rossi: "Caldo e salute? Contano di più i soldi per la Fifa"

Il centrocampista azzurro: "Non sono insostituibile. Dobbiamo temere i nostri prossimi avversari; la nostra è una paura sana. Anche Totti sarebbe stato bene nella nostra Nazionale. Pirlo che lascerà la maglia azzurra mi tocca nell'anima"

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.