mercoledì 14 maggio 2014

Numeri civici delle vie


Il Comune di Genova decise nel 1855 di cambiare il suo sistema di numerazione stradale. Quello che aveva avuto fino ad allora era basato sulla progressione temporale delle case: in pratica due numeri successivi potevano essere situati in due strade diverse all'interno dello stesso sestiere. Questo metodo non serviva certo per trovare la destinazione. Insomma era la stessa situazione che c'è ancora oggi nel centro storico di Venezia. Dopo lunghi studi sul sistema migliore venne deciso di copiare quello francese, adottando numeri neri per le abitazioni e numeri rossi per le botteghe. (fonte: Il Secolo XIX)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.