lunedì 26 maggio 2014

Musella VI


Graziano Musella sarà il sindaco di Assago fino al 2019, al suo sesto mandato [quasi] ininterrotto dal 1985 con l'eccezione di un lustro tra il 2004 e il 2009, in cui quella giunta Raimondo fece più danni al paese della provincia milanese delle dieci piaghe d'Egitto narrate con dolore dalla Bibbia.

Eletto con il 58,9% dei consensi, M. ha staccato la candidata renziana Piccolo S. che si è fermata a quota 21,6% (il solo PD a Strasburgo nei 7 seggi di Assago ha preso il 37,6% e in queste consultazioni amministrative non si presentavano altre liste di sinistra come SeL, IdV o Verdi). 

Ben più distanti il pentastellato Lo Presti M., che in queste comunali ha preso il 9,2% - metà dei voti dello stesso M5S alle Europee 2014 e due terzi delle preferenze in meno dello stesso partito alle Politiche del febbraio 2013 - e i due transfughi ex collaboratori di Musella Simone I. (5,9%) e Grondona M. (4,4%) con le loro liste civiche.

Proprio alla luce di questi ultimi 2 candidati sindaci, si può comprendere ancor di più la portata dell'incredibile successo di Musella, che ha vinto al di là degli schieramenti politici dello scenario nazionale: ad Assago FI, LN, NCD e Fd'I nella consultazione per il Parlamento Europeo 2014 hanno raccolto insieme il 38%.

Il voto degli assaghesi è stato quindi concreto e pragmatico: più che le idee politiche, la scelta di Musella è stata orientata a ciò che ha baldanzosamente sempre promesso e infine [in buona parte] attuato nel corso dei suoi numerosi mandati, tutto ciò oltre gli slogan spuri delle campagne elettorali o delle manifestazioni pubbliche ispirate al "panem et circenses".  

Gli altri candidati: 

  • il centro-sinistra, pur presentando un'ottima personalità, non è riuscita a capitalizzare l'onda nazionale favorevole al PD, e questo soprattutto perché non ha opposto a Musella un programma alternativo composto da obiettivi tangibili (e realizzabili);
  • il M5S sconta il suo connaturato astrattismo, un grillino su due che lo aveva votato sulla scheda per le Europee si è ben guardato dall'effettuare la stessa scelta per il municipio di via dei Caduti, e del resto le esperienze locali di questa lista elettorale alla guida di città come Parma, Mira o Pomezia ha sconsigliato il ripetere l'impresa di eleggere un altro sindaco 5 Stelle;
  • Simone e Grondona hanno cercato di mutuare la campagna elettorale di Musella, ma i cittadini assaghesi hanno preferito l'originale rispetto alle sue brutte e anonime copie patinate.





CANDIDATI SINDACO E LISTEVOTI % SEGGI
MUSELLA GRAZIANO
eletto 2.96758,90
LISTA CIVICA - FATTI NON PAROLELISTA CIVICA - FATTI NON PAROLE8
PICCOLO CONCETTA SIMONA
1.08721,58
LISTA CIVICA - IL BENE IN COMUNELISTA CIVICA - IL BENE IN COMUNE3
LO PRESTI MAURIZIO
4649,21
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.ITMOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT1
SIMONE IVO
2995,93
LISTA CIVICA - FUTURASSAGOLISTA CIVICA - FUTURASSAGO-
GRONDONA MASSIMO
2204,36
LISTA CIVICA - RINNOVARE CON GRONDONALISTA CIVICA - RINNOVARE CON GRONDONA

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.