domenica 6 aprile 2014

Thohir caccerà WM


Tre pareggi e una sconfitta contro Atalanta, Udinese, Livorno (fuori casa) e Bologna. Una media retrocessione che non sfrutta neanche il fatto che il 75% di queste gare sono state disputate a San Siro e contro avversari che non sono dei top-team. Ora anche la qualificazione all'Europa League è a forte rischio, dato anche il difficile calendario che aspetta i nerazzurri da qui alla fine del campionato.

La posizione di Walter Mazzarri è diventata a rischio, la sua permanenza all'Inter non è più una certezza. Le colpe principali di WM palesate ieri sera insistono sulla sua incapacità di imprimere un gioco alla squadra, l'impianto difensivo del Bologna di Ballardini non è quello del Bayern di Guardiola. A sua scusante l'insipienza di Diego Milito nell'episodio del rigore sbagliato (il Principe ha fatto tanto per i colori nerazzurri ma la sua avventura all'Inter è terminata, neanche un ragazzino tira dagli 11 metri così male) e la mancata espulsione dell'autore del fallo, che era già ammonito e avrebbe dovuto lasciare il campo.

Per svoltare Thohir deve cambiare l'allenatore affindandogli la gestione della campagna acquisti e quindi reperirlo per tempo. La carenza di attaccanti validi nell'Inter di quest'anno è una responsabilità precisa della direzione tecnica nerazzurra (Branca è stato cacciato) e anche del tecnico di San Vincenzo che non ha saputo opporsi.

1 commento:

  1. Mazzarri è già rimasto a Milano troppo tempo… Soluzione inevitabile, scarso come pochi. Quasi quasi rimpiango Stramaccioni e tu ben sai quanti fanculo si è preso l'anno scorso.

    Ciao bello. :)

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.