venerdì 4 aprile 2014

"Beata Meneghina"


Oggi 4 aprile si festeggia Maria Domenica Lazzeri. Più che una santa fu una super-eroina dotata di super-poteri. Poteva (o doveva) nutrirsi solo di ostia (la cosiddetta "dieta santa"), si spostava senza essere vista (poteva rendersi invisibile?), aveva 40 buchi in testa (chi glieli aveva fatti è rimasto ignoto), parlava lingue che conosceva solo lei (non un grande vantaggio) e possedeva un udito portentoso (e - per fortuna - un olfatto normale). Venne soprannominata “il Crocifisso vivente”, ma con umiltà.

Grazie a queste qualità, nel 1995 è partito il (suo) procedimento di beatificazione, purtroppo non ancora giunto al termine. Dopo quasi 20 anni, la Santa Sede non ha ancora ritenuto sufficienti le caratteristiche di cui sopra per promuovere a santa la signora Lazzeri, oppure ha ritenuto che i fenomeni che la affliggevano non fossero tratti di cui vantarsi (personalmente propenderei per questa seconda ipotesi).


Figlia di un mugnaio, nacque nel 1815 a Capriana (Trento). Andava a servizio, ma nel 1833, contagiata dai malati che accudiva, dovette mettersi a letto. Cominciarono i misteriosi fenomeni che dovevano accompagnarla per tutta la vita. Aveva le stimmate e poteva nutrirsi solo dell’ostia. Pur completamente immobilizzata, talvolta scompariva per riapparire in altri luoghi. Il suo caso fece il giro del mondo e fu studiato da famosi scienziati. Era in contatto con i beati Antonio Rosmini e Giovanni Nepomuceno De Tschiderer, vescovo di Trento. Morì nel 1848, trentatreenne. (fonte)

Nacque il 16 marzo 1815, visse per 14 anni immobile nel suo letto di dolore, senza bere né mangiare, stimmatizzata, e morì a 33 anni il 4 aprile 1848. Tutti i venerdì sanguinava copiosamente dalle ferite delle mani, dei piedi, del costato e dai 40 e più fori della testa. Possedeva doni quali l'ubiquità, la preveggenza, la conoscenza di lingue mai studiate, e "sentiva" stando nel suo letto, ciò che veniva detto a grandi distanze (le omelie della S. Messa oppure le bestemmie e malignità su Dio e su di lei). (fonte)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.