lunedì 3 marzo 2014

Inter boicottata


Non è più un caso se nelle ultime 26 giornate all'Inter non è stato concesso nessun rigore a favore. Sabato sera il primo tempo poteva terminare 2 a 0 per noi (più superiorità numerica per rosso diretto a De Rossi) se solo l'arbitro Bergonzi avesse applicato il regolamento. Poi nella ripresa ulteriori errori della direzione di gara hanno "compensato" a favore della Roma, che non ha ricevuto un penalty e le espulsioni di Juan Jesus e Samuel.

In questa situazione non è assolutamente possibile giudicare il lavoro di WM: i punti che mancano alla classifica nerazzurra, circa una decina, iniziano a pesare come macigni perché con arbitraggi GIUSTI avremo assistito ad un altro campionato. Questa situazione è vergognosa.


ROMA-INTER 0-0 Diversi episodi da analizzare. Il primo è il mancato calcio di rigore concesso ai nerazzurri per fallo di Benatia su Icardi. Nell'occasione ci stava quanto meno il cartellino giallo per il difensore. Giusto annullare il gol di Destro per fuorigioco. Prima dell'intervallo, in una mischia nell'area della Roma, De Rossi rifila un pugno ad Icardi: sarebbe rosso diretto per il capitano capitolino e rigore per l'Inter, ma l'arbitro lascia proseguire. Al 72' Samuel frana in area su Destro: c'erano gli estremi per il penalty (l'argentino era già ammonito). Nel finale altro colpo proibito, stavolta di Juan Jesus nei confronti di Romagnoli ed altro rosso mancato. Arbitro: Bergonzi

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.