sabato 1 febbraio 2014

Miracoli di don Bosco

In questi giorni il cadavere mummificato di San Giovanni Bosco è in tour per Milano. Trattandosi delle spoglia mortali fossilizzate di un uomo defunto ma santificato, il giro turistico per la città è avvenuto in tram. A codesto passeggero d'eccezione l'ATM non ha applicato alcuna sanzione amministrativa, pur in assenza di biglietto urbano in dotazione alla salma. Il quotidiano Il Giorno precisa che l'urna è reduce da un peregrinazione che l'ha portata in viaggio per il mondo e che c'erano dei ragazzi degli oratori milanesi che hanno atteso il suo arrivo. Il signor Bosco guadagnò il prefisso "san" dopo che la Chiesa ebbe accertate le guarigioni di ben due donne, una che aveva i reumatismi e l'altra il mal di stomaco.

Constare dell’istantanea e perfetta guarigione di Suor Provina Negro da ulcera rotonda allo stomaco », nonché della « instantanea e perfetta guarigione di Teresa Callegari da poliartrite acuta post-infettiva e da altre lesioni che avevano ridotto l’inferma allo stato di marasma ». http://www.vatican.va/holy_father/pius_xi/letters/documents/hf_p-xi_lett_19340401_geminata-laetitia_it.html


Dopo avere attraversato dal 2009 oltre 130 Paesi nei cinque continenti, l'urna di don Giovanni Bosco e' arrivata oggi a Milano, portata nell'ultima tappa a bordo di un tram storico da un deposito dell'Azienda Trasporti alla sede della Arcidiocesi, in piazza Fontana, a pochi passi dal Duomo. Qui e' stata accolta dai ragazzi degli oratori che l'hanno portata in processione fin sul sagrato della cattedrale, dove le hanno reso omaggio il vicario generale monsignor Mario Delpini e l'assessore all'educazione del Comune di Milano, Francesco Cappelli, prima della celebrazione liturgica in Duomo alla presenza dei catechisti della Diocesi di Milano.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.