domenica 10 novembre 2013

Minacce di morte dei tifosi ai propri giocatori


E' normale un Paese dove qualche decina di ultras costringe la propria squadra di calcio ad annullare una gara di campionato? E' accaduto oggi in Campania, dove la concentrazione malavitosa è maggiore rispetto ad altre regioni italiane, ma sarebbe potuto succedere anche altrove. Il motivo della violenta protesta di questi sedicenti tifosi della Nocerina è legata al fatto che era stato vietato loro la trasferta

Prima divisione. Nocerina minacciata dai propri ultras. A Salerno è un derby-farsa

SALERNO, 10 novembre 2013

Tre cambi dopo 50 secondi poi 5 infortuni in ventuno minuti: la Nocerina resta in 6 uomini al 21', così l'arbitro è costretto a chiudere la partita. Le minacce di morte degli ultras rossoneri, ai quali era stata vietata la trasferta, hanno prevalso sulle rassicurazioni del questore

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.