domenica 17 novembre 2013

Delusione Pisapia


Il centro di Milano è molto inquinato, l'amministrazione comunale del sindaco Pisapia appena insediata ha stabilito che per entrare in automobile nella cosiddetta "Cerchia dei Bastioni" bisogna pagare. I gas nocivi dei veicoli dei cittadini ricchi (o di quelli che si vogliono permettere il canone giornaliero da 5 euro) sono emendati dall'esazione dell'apposito pedaggio: la ratio dell'ingresso nell'Area C è che il danaro è più importante della salute dei milanesi.

Il provvedimento di cui sopra è solo una delle vaccate politiche operate dalla giunta Arancione (finora); le altre, in ordine sparso ed incompleto, sono l'addizionale comunale IRPEF non modulata in base al reddito imponibile (di fatto pagano tutti l'0,8%), l'aumento del biglietto dei trasporti pubblici (con la chicca del raddoppio del costo dell'abbonamento agli anziani) e l'incremento dei tributi locali legati alla ex tassa rifiuti (che viene ancora calcolata sulla metratura dell'appartamento di residenza e non sul valore dell'immobile o sul numero dei componenti del nucleo familiare). Il sindaco Pisapia, per non farsi mancare nulla, ha anche incrementato ad minchiam le rette di asili e scuole comunali. 

Per far capire ai più distratti che la sua era una giunta di centro-sinistra ha approntato qualche provvedimento di facciata fintamente ambientalista come il restringimento della carreggiata di alcune strade con apposite strisce di colore giallo, per consentire la circolazione delle biciclette (e la sosta dei veicoli per il carico e scarico delle merci). Se i milanesi avessero saputo che delusione sarebbe stata votare per un sindaco così, si sarebbero tenuti Letizia Moratti, che almeno è molto antipatica.  

PS Chissà come si è risolto il problema dell'affitto fuori mercato (basso?) pagato dalla moglie al Pio Albergo Trivulzio?



  • Area C E Multe, 55 Milioni Di IncassiSpunta Un «Tesoretto» Da Investire Nella Mobilità

LA SORPRESA

Area C e multe, 55 milioni di incassi
Spunta un «tesoretto» da investire nella mobilità

Accelerate le procedure di riscossione dei pedaggi «Alcune pratiche inevase dai tempi di Ecopass» (corriere)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.