giovedì 3 ottobre 2013

Il pesce non puzza dalla testa


I due voti di fiducia registrati ieri in ciascuna delle due Camere dal Governo Letta mostrano una volta di più come la politica sia lo specchio del Paese. Metà dei deputati e dei senatori appartiene a partiti auto-centrati su un padre padrone milionario che utilizzano la cosa pubblica per il proprio interesse personale. Di fronte a cotanta insipienza il Presidente del Consiglio attuale assurge a statista per la responsabilità che ha dimostrato nel difendere il proprio Esecutivo.

Mentre il PD registra la sua vittoria storica più rilevante, Forza Italia (già Popolo delle Libertà) si ribella al proprio Presidente Berlusconi, che ormai attende la decadenza da seggio di Palazzo Madama, e vede le personalità più rilevanti del movimento politico di sua proprietà abbandonarlo nel momento del bisogno.

I grullini invece si comportano come sanno: da ragazzetti inquieti scambiano le sedi istituzionali per una classe delle scuole primarie alternando i soliti discorsi farneticanti alle minacce squadriste dirette verso coloro che non sono d'accordo con il Grillo-pensiero.

Movimento SoCiale 5 Stelle (nel video un esempio di "democratica" tolleranza) e Forza Italia sono stati eletti dagli italiani, l'unico popolo a mondo che si è divertito a votare partiti per statuto irresponsabili. In qualsiasi altro Paese del mondo due siffatte forze politiche non avrebbero mai preso congiuntamente quasi il 50% dei voti. La politica è lo specchio degli italiani.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.