mercoledì 17 luglio 2013

Belfodil e Ramadan

La colpa non è del neo-acquisto interista se ha deciso di seguire in maniera stringente i dettami della sua religione musulmana, e quindi di osservare per un mese il digiuno connesso al Ramadan. Il problema è di chi ha investito più di 10 milioni di euro per acquistare la sua comproprietà. Comprando un attaccante, secondo me sopravvalutato, che pregiudica il primo mese di preparazione atletica dell'inizio della stagione conducendo uno stile di vita non consono all'agonismo e allo sport professionistico: il divieto di ingerire cibi tra le 3 del mattino e le 9 di sera si estende anche i liquidi e per sopperire a questa carenza il calciatore algerino di notte ingerisce 5-6 litri di acqua che naturalmente gli provocano gonfiori della pancia.


5 commenti:

  1. La colpa è ancora una volta di quella zavorra di Branca che anche quest'anno non siamo riusciti a mandare affanculo!

    Amala.

    Ciao bello. :)

    RispondiElimina
  2. Vedrai che la prima cosa che farà l'indonesiano sarà cacciarlo.

    ciao

    fc

    RispondiElimina
  3. Spero tu abbia ragione. :)

    Ciao.

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.