sabato 1 giugno 2013

Fis-co-mico


Per finanziare gli eco bonus e gli sgravi per le ristrutturazioni edilizie, il saggio governo delle larghe intese di Enrico Letta ha pensato di reperire le risorse necessarie  per attuare il provvedimento aumentando l'Iva dal 4 al 21% sui prodotti editoriali venduti unitamente al altri beni (si tratta dei libri e dei DVD commercializzati insieme a quotidiani e periodici, settore già in forte crisi) e alzando di 6 punti percentuali l'IVA su alimenti e bevande venduti dai distributori automatici. Intanto i gioiellieri nel 2011 hanno dichiarato di guadagnare in media meno di 18mila euro


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.