venerdì 12 aprile 2013

Rigoni di Asiago con inganno



La Rigoni di Asiago produce confetture. Le presentava come "senza zuccheri" ma non era vero. Per questo motivo l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato la società per € 40.000 punendo così la sua pubblicità ingannevole. L'importo dell'ammenda appare ridicolo rispetto al danno reale e potenziale che la Rigoni ha arrecato ai propri consumatori, molti dei quali - tra cui il sottoscritto - preferivano le marmellate con questa marca pensando all'assenza TOTALE di zuccheri. Perché dubito che la R. ignorasse la reale composizione chimica di alcuni suoi prodotti...



Multa di 40mila euro alla Rigoni di Asiago: ingannevole la dicitura “senza zuccheri aggiunti” sulla confettura Fiordifrutta perché gli zuccheri ci sono


L’azienda vicentina ha violato il Regolamento Claim 1924/2006 CE secondo cui la frase “senza zuccheri aggiunti” «è ammessa solo se il prodotto non contiene mono o disaccaridi aggiunti o ogni altro prodotto alimentare utilizzato per le sue proprietà dolcificanti. Se l’alimento contiene naturalmente zuccheri deve figurare sull’etichetta l’indicazione “Contiene in natura zuccheri”». (CONTINUA)

2 commenti:

  1. Il vero problema è che fa pure cagare, assolutamente insapore, perfino il mirtillo LIDL è meglio del loro

    RispondiElimina
  2. E i frutti li coltiva in Bulgaria, notoriamente la patria del biologico.

    RispondiElimina

I commenti NON vengono pubblicati subito.