venerdì 5 aprile 2013

Fecondazione eterologa


Grazie alla ingombrante presenza del Papato, l'Italia è l'unico Paese europeo - insieme alle cattolicissime Irlanda e Polonia - in cui la fecondazione eterologa non è consentita dalla legge. In questo modo le coppie italiane che non riescono o non possono a riprodursi "naturalmente" debbono recarsi all'estero (se possono permetterselo) oppure sono costretti a rinunciare a costruirsi una famiglia con prole. 


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.