martedì 30 aprile 2013

Grasso e Colombo


Prima del voto di fiducia al Governo Monti, il Presidente del Senato, nel rispetto dei tempi prestabiliti dal Regolamento, interrompe i colleghi che superano il limite fissato per ciascun intervento in aula. La regola viene applicata verso tutti i senatori ma per il 93enne Emilio Colombo viene CORRETTAMENTE osservata un'eccezione: nel 1946 egli è stato un componente dell'Assemblea Costituente e oggi nel 2013 continua ad essere un parlamentare, in pratica è uno dei padri della Repubblica Italiana. Grande è stato quindi Grasso a dedicargli il GIUSTO spazio. Il sen. Colombo è un monumento rappresentativo della nostra democrazia vigente in Italia e come tale può giovarsi di tutte le eccezioni che confermano la regola.



Centri commerciali mai chiusi


SuperMariolone Monti aveva inserito nel Decreto Sviluppo la liberalizzazione totale degli orari e dei giorni di apertura di negozi e centri commerciali. Ma veramente si pensa che il fatturato complessivo dei punti vendita possa crescere in relazione al numero di volte in cui è aperto? Gli italiani, pure in crisi, spendono più soldi perché i supermercati sono sempre aperti? A mio modestissimo avviso, se TUTTI rimanessero CHIUSI durante le festività i costi di gestione verrebbero ottimizzati e ci sarebbe pure un risparmio per gli esercenti, ma io non facevo il rettore della Bocconi quindi certe cose magari non le capisco.







Juventino e ladro



Visto per che squadra tifa questo personaggio non è certo una persona furba, ma se uno vuole camuffarsi si mette anche la loro divisa ufficiale allora è anche poco arguto.

lunedì 29 aprile 2013

Il dramma di Tyson


Insensibilità e cannibalismo hanno portato alla rottura del legame coniugale di Mike Tyson.


Mike Tyson: “La mia ex uccise e mangiò il mio piccione preferito”

ROMA  - “Ha mangiato il mio piccione preferito“. Un Mike Tyson traumatizzato lo racconta in un’intervista a Radar online in cui accusa una ex fidanzata di aver ucciso, cucinato davanti ai suoi occhi e mangiato il suo piccione preferito.
Insomma il più grande trauma dell’ex pugile non sarebbero i pugni di un temuto avversario, ma aver perso il suo uccello preferito: “Era il mio favorito. Non ho saputo reagire. Ma per questo non la frequento più”.


domenica 28 aprile 2013

Zanetti, carriera a rischio


C'è un inizio ed una fine a tutto. La carriera di Javier Zanetti è a rischio (alla soglia dei 40 anni di età non sarebbe neanche sorprendente): un'avventura interista - sul campo - che potrebbe interrompersi se la prima diagnosi venisse confermata.

Di fronte a questo "lutto" sportivo, ogni commento all'ennesima figuraccia a Palermo è superfluo. E il dottor Franco Combi, direttore dell'area medica dell'Inter in questa stagione, non vincerà il Premio Nobel per la Medicina nel 2013: in questo preciso istante della disgraziata stagione nerazzurra vi sono 15 componenti della rosa indisponibili.


Brutto ko per Zanetti, carriera a rischio

PALERMO Ennesimo infortunio per l’Inter:
a Palermo il capitano è uscito in
barella. I medici temono la rottura 
del tendine d’Achille
La “maledizione” continua in casa Inter. Al 16’ della sfida contro il Palermo l’ennesimo infortunio, forse il più grave della stagione: la vittima è capitan Zanetti, uscito dal campo con le mani nei capelli. Per l’argentino, 40 anni ad agosto, si teme una distorsione del ginocchio con rottura del tendine d’Achille: la sua carriera è a forte rischio

mercoledì 24 aprile 2013

Il PD governa per se stesso


Per la prima - e direi - ultima volta ho votato il Partito Democratico alle Politiche (lo avevo fatto in passato alle Comunali ma solo per dare la preferenza ad un candidato locale stimabile e conosciuto). 

Il PD in campagna elettorale si era proposto come soggetto politico maturo e responsabile, non solo rispetto al PdL, che al centro del suo programma ha sempre mantenuto gli interessi personali del suo fondatore e di quelli che ciurlano nel manico come lui (evasori fiscali e furbetti del quartierino in genere), e/o ai buffoni intellettuali targati cinque stelle pilotati da Grillo e Casaleggio.

Alle elezioni del 24 e 25 febbraio, pur alleandosi con i fenomeni di Sinistra Ecologia e Libertà, il partito di Bersani non era riuscito ad avere la maggioranza assoluta dei seggi nelle due camere del Parlamento e allora ha iniziato ad agire per salvare se stesso e non il Paese che lo aveva eletto: prima ha cercato di corteggiare i deputati e i senatori grillini fino ad essere umiliato da loro nel famoso incontro trasmesso in streaming con Crimi e Lombardi, poi ha cercato (vanamente) di far eleggere Marini e Prodi al Quirinale. 

L'ultima possibilità per non tornare alle urne era ri-eleggere Giorgio Napolitano, quello che nell'autunno 2011 non aveva sciolto Camera e Senato caldeggiando ed insediando invece il Governo Monti, supportato da PdL, finiani e Casini oltre che dallo stesso presenzialista PD. Già questo particolare doveva far pensare come per il Partito Democratico fosse più importante l'interesse dei funzionari della sua organizzazione rispetto a quelli del Paese (si poteva intuire che Monti avrebbe risanato le casse dello Stato - come poi fece - incrementando le tasse e deprimendo l'economia, con le conseguenze su disoccupazione, tagli alla spesa sociale e PIL che ora sono sotto gli occhi di tutti). 

Un anno e mezzo dopo, piuttosto che ritornare alle urne, magari per avere la titolarità del governo con le responsabilità politiche del caso, il Piddì piuttosto si inventa Enrico Letta Presidente del Consiglio in un Esecutivo alleato e sostenuto con il Popolo della Libertà. Il medesimo schieramento che in campagna elettorale veniva osteggiato - correttamente - come la causa del ristagno e della crisi economica partita un decennio fa.  

Di seguito quello che ci sarebbe e c'è ancora scritto nella Carta d'intenti della coalizione "Italia Bene Comune" del camaleonte Pierluigi Bersani, che doveva (e avrebbe dovuto) essere il cardine dell'azione programmatica del governo targato PD. Piuttosto che tornare a votare, il PD prima ha tentato di sedurre il MS5S e poi si è alleato con Berlusconi. Nella giornata che precede il 25 Aprile la sinistra socialdemocratica è morta e ad ammazzarla sono stati proprio gli eredi di quella storia politica gloriosa.

Noi non crediamo alle bugie delle promesse facili, quelle vendute nel decennio disastroso della destra.
Crediamo, invece, in un risveglio della fiducia, a cominciare dai giovani e dalle donne. I problemi
sono enormi e il tempo per aggredirli si accorcia. Le scelte da compiere non sono semplici né scontate.
Ma la speranza che ci muove vive tutta nella convinzione che si possano combinare cambiamento
e affidabilità, uguaglianza e rigore nelle scelte. (fonte)

Idolo dimenticato


AUGSCHOLL LUIGI (Villandro) 03.09.1872 residenza Bolzano; servo - antifascista. Servo in un convento, accudisce 4 maiali, cui dà il nome di Vittorio Emanuele, Principe ereditario, Mussolini e Prefetto, chiamandoli così ad alta voce: il 25.10.1935 confinato per 5 anni. Era ancora vigilato nel 1943. (fonte)

Mediaset Premium XXX


Esistono tre ragioni per cui ci si abbona a canali televisivi a pagamento: per poter vedere 1) il calcio 2) i cartoni animati 3) il porno (le scuse ufficiali sono invece più intellettuali e si estrinsecano con motivazioni quali "voglio vedere i film senza pubblicità" oppure "mi piacciono tanto i documentari"); Merdaset Premium fino ad un mese fa copriva solo i primi due segmenti, ora invece ha supplito a questa sua penuria varando tre canali tematici dedicati alla programmazione di lungometraggi a carattere erotico. 

Il palinsesto è attivo dopo le ore 23, un film costa 9 euro, quanto la pay-per-view di una singola partita di calcio, e sembra molto ricco di contenuti. Oggi, per esempio, nella programmazione c'è un film della grandissima Sasha Grey (sotto è riportata la recensione della pellicola), attrice che si è ritirata a 23 anni di età dopo aver vinto premi prestigiosi elencati sulla sua pagina dedicata su Wikipedia

PS: Nessuna legge statunitense o internazionale ha potuto impedire che una sì magnifica artista si ritirasse dalle scene e questo accadimento è stato sicuramente un vulnus per tutto il mondo della cultura: se anche a Leonardo da Vinci fosse stato consentito lo stesso comportamento non avremo visto la Gioconda; oppure la Cappella Sistina non sarebbe stata affrescata da Michelangelo.


martedì 23 aprile 2013

Crollo del M5S in Friuli




Alle elezioni regionali tenutesi negli scorsi giorni in Friuli Venezia Giulia il glorioso Movimento a 5 Stelle di Beppe Grillo ha perso per strada 3 elettori su 4 rispetto alle Politiche che si sono tenute il 24 e il 25 febbraio 2013: in 2 mesi, non in 20 anni. 

E dire che con personalità così eccellenti come Vito Crimi, Roberta Lombardi, la democrazia diretta come strumento di autogoverno del movimento e due brave persone come lo stesso Grillo e Casaleggio a organizzare i cittadini portavoce, senza contare le azioni politiche dei nuovi parlamentari del MS5S, è strano che il 72% dei suoi elettori si siano disamorati di loro. 


Drame calciatore idolo


Domenica sera il giocatore del Lecce (Prima Divisione della Lega Pro, la ex Serie C1) decide di recarsi in bici da una prostituta, la paga in natura con il suo iPhone, poi la deruba e fugge con il suo mezzo di trasporto a pedali; successivamente un trans amico della vittima lo rintraccia e Ousmane Drame lo sgambetta per liberarsi di lui. Un giocatore così non sarebbe degno dell'AC Milan?


lunedì 22 aprile 2013

Assago, Tibet, Ecuador, Albania


Il Presidente dell'Ecuador, stato del Sud America posto in prossimità dell'equatore, è diventato cittadino onorario di Assago. L'avvenimento segue di 10 mesi la consegna delle chiavi della città ad un altro capo di stato, il Dalai Lama; 5 (mesi) fa vi era stata la posa del monumento che ricorda i 100 anni dell'indipendenza dell'Albania (vedi). In quest'ultima occasione il sindaco Musella ha accoppiato a questa iniziativa la posa di 94 alberi, uno ciascuno per ogni nato nel 2011; la nuova rotonda viaria sita in prossimità dell'uscita autostradale e del Forum è divenuta così una delle rotatorie più belle e verdi di tutto il Nord Italia, e non solo.




domenica 21 aprile 2013

Parma affettato


Con una ciabattata di Rocchi che incoccia fortunosamente contro il busto di un difensore ducale che spiazza il portiere Mirante.

Cinque anni fa vincendo 2 a 0 fuori casa e sempre contro il Parma vincevamo lo scudetto numero 16, oggi invece li battiamo con poco merito per elemosinare il secondo turno preliminare di Europa League, pregiudicando la preparazione atletica dei giocatori anche per la prossima stagione.

Non si può essere tristi, si deve. Con o senza Schelotto.

sabato 20 aprile 2013

Rodotà non è del club



C'è una ragione precisa per cui il Partito Democratico NON vuole Stefano Rodotà Presidente della Repubblica: il professor Rodotà è un laico, ovvero NON appartiene alla lobby dei cattolici, il gruppo di pressione e di interessi più potente in Italia. Questo particolare, agli occhi dei burocrati-gerarchi del PD, oscura la storia politica e professionale del giurista cosentino.


venerdì 19 aprile 2013

#bersani #quirinale #rodotà

Egregio Pierluigi Bersani,
non ti considero ancora un pirla ma dopo aver candidato prima Franco Marini e poi Romano Prodi (entrambi trombati dai grandi elettori del Partito Democratico di cui saresti il segretario) un dubbio mi sorge. Hai voluto proporre al Colle due candidati del tuo apparato per fare in modo che gli interessi del tuo partito potessero meglio realizzarsi. I tuoi colleghi ti hanno sfanculato, in pratica sei stato delegittimato quale capo della formazione politica pochi mesi dopo esserne stato incoronato leader attraverso le primarie (ora che molti di quei voti si tradurrebbero in agrumi ed ortaggi che ti tirerebbero in testa). Comprendo come la tua autostima sia crollata, ma per redimerti puoi allora indicare un solo nome per la quinta votazione: STEFANO RODOTA'. Capisco che, secondo i tuoi canoni partitocratici, una brava persona come lui rappresenti un ostacolo al partito-azienda che [tu] rappresenti, ma dico - solo per una volta - pensa all'Italia e non alle persone da piazzare dentro al PD. 
fc

giovedì 18 aprile 2013

Resoconto dei portavoce a 5 Stelle

Quest'uomo è un genio. Assoluto. Grande, grandissimo, questo Alessio Giannone.

L'abbraccio della morte (politica)

"Stamattina De Mita mi ha fatto una telefonata, mi ha fatto molto piacere. E' una battaglia dura e spero si possa fare bene. L'augurio è che il mio partito possa ritrovare una forte unità oggi. Scissione? Ma quale scissione". Sono le parole di Franco Marini rilasciate ai microfoni di Tgcom24 fuori dalla sua abitazione. (ansa)

Il Marini giusto


Il Partito Democratico prosegue la sua deriva centrista nel tentativo di diventare la Democrazia Cristina del XXI secolo, questo significa aver concordato con il PDL la volontà di eleggere Franco Marini a Presidente della Repubblica. Che sia politicamente una cazzata lo sa anche Bersani, che da quando ha perso le ultime elezioni è diventato il kamikaze dentro il suo partito remando contro di esso.

Stefano Rodotà, pur indicato dai grillini nelle QuiURINArie on line indette dai capi-bastone del movimento, rimane forse una persona troppo per bene per le esigenze di potere espresse dal gruppo dirigente del PD, in cui evidentemente personalità discutibili come D'Alema continuano a dettare l'agenda politica.

Se si doveva scegliere un Marini, l'unico nome plausibile era quello di Giampiero: campione del mondo a España '82, è stato una bandiera della storia interista tra a cavallo tra le metà degli anni Settanta e Ottanta e quindi si meriterebbe d'ufficio il settennato al Quirinale.




Quirinale, da oggi le votazioni 
Intesa su Marini, assedio a Bersani


L'assemblea convocata dalle 10. Accordo con il Pdl, il Pd si spacca

mercoledì 17 aprile 2013

Come si elegge il presidente della Repubblica


Cittadini portavoce


Qualche minuto fa mi chiedevo come fosse possibile che tra ieri ed oggi nessuno dei due capogruppi di Camera e Senato del MoVimento 5 Stelle si fosse ancora coperto di ridicolo.

Avevo sottovalutato le indubbie incapacità del "dormitore" Crimi e della "simpatica" Lombardi: quest'ultima ha postato sul suo profilo Facebook la foto della Camera dei Deputati desolatamente vuota commentando come i partiti tradizionali avessero disertato i lavori dell'assemblea mancando ai loro compiti istituzionali. Quella che la "cittadina" non sapeva era che la famosa seduta in Aula con argomento la "Cassa Depositi e Prestiti" non era alle ore 12:30 (quando lei ha scattato la foto) ma alle 16:30, ovvero 4 ore dopo. Non si era letto l'ordine del giorno e il calendario delle sedute, oppure non ne aveva compreso il significato.


Il collega della Lombardi al Senato, Vito Crimi, venerdì scorso si era invece fatto immortalare in stato di sonno su uno scomodo seggiolo di prima classe della TAV, lui che in teoria ne sarebbe un suo fiero oppositore.  


martedì 16 aprile 2013

Pentimento


Il cattolicesimo è bello perché basta chiedere scusa prima, dopo o durante la commissione di un peccato e si possono attuare le peggio cose. Secondo i canoni di questa religione compiere atti contrari alla morale non si chiama ipocrisia, ma fede e conseguente possibilità di redenzione.



lunedì 15 aprile 2013

QuiriURINArie


Che seguono le PIrlamentarie le quali a dicembre scorso hanno determinato i cittadini portavoce del Parlamento per ii MS5S, laddove i primi risultati vanno interpretati: inspiegabile (la) nessuna preferenza per Lino Banfi, che poteva coniugare le sagge doti di Nonno Libero con la carriera cinematografica del trash per raccogliere tutto il supporto sociopolitico dei fan di Grillo e di CasaPoundLeggio. A questo duo teocratico delle meraviglie dev'essere sfuggito il suo potenziale anti-casta, del resto nessuno è perfetto, ad eccezione loro.


fonte

Stra-maroni


Se non vincessimo la Coppa Italia la presente stagione sarebbe fallimentare. A mio giudizio Stramaccioni non è il principale responsabile delle sconfitte (la colpa maggiore ce la società che negli ultimi due anni ha acquistato perlopiù giocatori mediocri sovrapagandoli) ma durante la sua permanenza sulla panchina interista ha compiuto due errori madornali.

Non ha valorizzato alcun giocatore proveniente dal settore giovanile, lui che era stato allenatore di una squadra Primavera che nell'anno in cui è passato alla prima squadra ha poi vinto sia Champions League che il campionato: una rosa così forte ha portato in prima squadra - e per un breve periodo - il solo Benassi. E' vero che furbamente i più forti come Livaja, Longo o Duncan sono stati prestati ad altre società, ma ritengo bizzarro che non sia stato valorizzato NESSUN Primavera, e non solo perché in prima squadra gioca gente come Rocchi, Kuzmanovic o Pereira.

Capitolo infortuni: non so a chi attribuire la responsabilità dei giocatori indisponibili, certo un allenatore ha o dovrebbe avere voce in capitolo sulla preparazione atletica dei ragazzi che dirige. Ci avviamo a disputare la gara di ritorno della C. I. con undici giocatori sinistrati (viene fuori una formazione di titolari), fuori gioco per problemi muscolari e non per eventi traumatici di gioco. Solo ai tempi di Hector Cuper, in c'era il famigerato preparatore macellaio Alfano, si spaccavano più giocatori.



  1. Castellazzi
  2. Nagatomo
  3. Chivu 
  4. Mbaye 
  5. Stankovic
  6. Gargano 
  7. Obi
  8. Mudingayi
  9. Milito
  10. Cassano
  11. Palacio

Spam dal turismo verde


Il signor Claudio Gherardini, che non ho il piacere di conoscere, mi invia la foto di un gruppo di pirla ritratti mentre abbracciano un albero sito in Bosnia. La cerimonia di recinzione è organizzata da una certa "Società per le Idee", che non deve produrne così tante se sono minchiate come questa.


La associazione Società per le Idee sta progettando un viaggio estivo nei Balcani.
Se interessa scrivere a claudiogherardini@societaperleidee.it

La foto riprende un abbraccio dei soci viaggiatori della Società per le Idee a un albero di 800 anni di età che vive nei pressi della cittadina bosniaca di Prijedor.

Buona primavera e buona estate!

claudio





venerdì 12 aprile 2013

Belen Rodriguez ha partorito

Il settimana "Chi" dedica la copertina al lieto evento.

fonte

Rigoni di Asiago con inganno



La Rigoni di Asiago produce confetture. Le presentava come "senza zuccheri" ma non era vero. Per questo motivo l’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha multato la società per € 40.000 punendo così la sua pubblicità ingannevole. L'importo dell'ammenda appare ridicolo rispetto al danno reale e potenziale che la Rigoni ha arrecato ai propri consumatori, molti dei quali - tra cui il sottoscritto - preferivano le marmellate con questa marca pensando all'assenza TOTALE di zuccheri. Perché dubito che la R. ignorasse la reale composizione chimica di alcuni suoi prodotti...



Multa di 40mila euro alla Rigoni di Asiago: ingannevole la dicitura “senza zuccheri aggiunti” sulla confettura Fiordifrutta perché gli zuccheri ci sono


L’azienda vicentina ha violato il Regolamento Claim 1924/2006 CE secondo cui la frase “senza zuccheri aggiunti” «è ammessa solo se il prodotto non contiene mono o disaccaridi aggiunti o ogni altro prodotto alimentare utilizzato per le sue proprietà dolcificanti. Se l’alimento contiene naturalmente zuccheri deve figurare sull’etichetta l’indicazione “Contiene in natura zuccheri”». (CONTINUA)

giovedì 11 aprile 2013

Canali e numerazione del digitale terrestre a Milano



Ci sono tanti canali televisivi ma per fortuna il "Gasparri box" (detto anche "decoder") li trova in automatico, li salva e attribuisce loro un numero. A Milano in teoria ce ne sono (almeno) 262, di cui 13 solo radiofonici, e di seguito riporto la lista.

Visto che con la tecnologia digitale lo zapping è lento, risulta importante conoscere il numero da digitare. La soluzione migliore rimane sempre la funzione EPG o altre scorciatoie offerte dal software del decoder attraverso gli appositi pulsanti del telecomando.


Nazigrilli


Meno male che ci sono i 5 Stelle che sanno individuare le spese inutili, tipo le gite in Austria per visitare i lager. I grillini forse pensano che i campi di sterminio nazisti fossero villaggi turistici? Oppure, per parafrasare quanto disse tempo fa la capogruppo alla Camera dei Deputati del MoVimento SoCiale a 5 stelle, il nazismo "prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello Stato e la tutela della famiglia"? 


Una colletta per Colletti



La figura politica e istituzionale di Maurizio Lupi si staglia di fronte alla Storia dopo il confronto con il cittadino onorevole dilettante del Movimento a 5 Stelle Andrea Coletti: il filmato sotto riportato è autoesplicativo e non necessita di alcun commento. 



Nato a 

PESCARA, il 22 marzo 1981
Laurea in giurisprudenza, Master in business administration; Avvocato civilista


Rivolta contro il caro caffè


I dipendenti del Comune di Milano in questi giorni si stanno lamentando perché il prezzo del caffè erogato dai distributori automatici situati nei loro uffici è passato da € 0,25 a € 0,30. E si stanno mobilitando contro questa "profonda ingiustizia". 

Deduco abbiano parecchio tempo libero per occupare l'orario - cosiddetto - di lavoro oltre che una discreta ignoranza sul prezzo di mercato del caffè delle macchinette: gli altri lavoratori per consumare lo stesso prodotto spendono (almeno) 35 centesimi di euro, ovvero più di quanto questi impiegati pubblici pagano dopo l'iniquo aumento che hanno subito.


mercoledì 10 aprile 2013

Canticodeicantici.com


Un sito fondata da cattolici che ce la su con il celibato dei preti è assolutamente rimarchevole di interesse e diffusione.

Canticodeicantici.com si pone i seguenti obiettivi
· Formare le persone all’amore tramite i seminari
· Far si che i single sappiano riconoscere l’amore quando si presenta, conservarlo quando l’hanno trovato ed apprezzarlo mentre lo vivono.
· Far conoscere ai single, e futuri fidanzati e sposi lo splendore dell’amore, il modo perché esso non cessi mai di risplendere, nonostante le difficoltà che i legami di coppia inevitabilmente comportano
· Creare una comunità di credenti, in modo che le persone non si sentano isolati nel loro cammino di fede.
· Ridare fiducia e speranza ai cattolici che vogliono condividere la loro fede con altri.

Scarpe Vegan


SENZA CRUDELTÀ

Le calzature vegane senza crudeltà sono quelle che non sono state testate prendendo a calci gli animali?


Normalmente infatti le aziende produttrici di scarpe sono solite colpire con un piede gatti e cani, opportunamente selezionati, per verificare il buono stato dei prodotti che intendono commercializzare. Avevano provato con i cinghiali e gli ippopotami ma queste specie animali risultavano refrattarie al collaudo.

lunedì 8 aprile 2013

Inter 3 Atalanta 4


Se nel calcio vigessero le regole del pugilato, la stagione dell'Inter dovrebbe interrompersi per K.O. tecnico. Ieri sera a San Siro e a mezz'ora dalla fine della gara contro i bergamaschi, la Beneamata stava vincendo 3 a 1. In 12 minuti dal 20° al 32° l'Atalanta ha segnato 3 gol vincendo la partita. 


Si potrebbe parlare del rigore inesistente del momentaneo 3-1 inventato dall'arbitro Gervasoni, del gol del pareggio divorato da Ranocchia in pieno recupero nell'ultima azione della partita o di tante altre belle cose (compreso il bel ricordo che Schelotto ha lasciato presso gli ex compagni di squadra e della rissa conseguente). Ma se non riesci a vincere in casa contro una squadra di mezza classifica dopo una doppietta di Alvarez e dopo un gol di Tommaso Rocchi (!) vuol dire che c'è grossa crisi. 

L'Inter non perdeva 3 partite consecutive al Meazza dalla stagione 1955/56.


PS Una parzialissima consolazione è pensare che qualcun altro con la brutta maglia del Milan si è fatto rimontare 2 gol giocando quasi un'ora in superiorità numerica.

sabato 6 aprile 2013

Parità sessuale


Valderice, picchiava il marito
il giudice la allontana da casa

Singolare caso di maltrattamenti dove la vittima è l'uomo, un manovale di 30 anni, che da almeno 5 anni veniva picchiato dalla giovane moglie e costretto a dormire in macchina (repubblica)


Metti fine alla reddito fastidio


Uno sconosciuto mi confida un segreto che lo ha reso ricco. Mi scrive che ha anche sfanculato la moglie e, malgrado sia monoreddito, ha un tenore di vita che gli ha consentito di acquistare un appartamento, farsi delle vacanze senza mancare di provvedere all'educazione dei figli. 

Non so come ringraziarlo. L'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, forse invidiosa (o avendo ritenuta l'iniziativa altruista ma illegale?) ha bloccato questo sito grazie al quale sarei diventato parecchio abbiente pure io.

---------------------------------------------------------------------------


Ciao Fcoraz
Non riesco più a tenere il segreto che mi ha fatto ricco.
Sto guadagnando molto denaro con esso che ora è possibile condividere con altre persone. La sua semplice, non hai bisogno di alcuna conoscenza specifica di Internet, né di vendita di prodotti o servizi.

Io sono un genitore solo.
Clicca sul link sotto per scoprire il segreto che ha pagato per la mia casa, le mie vacanze e l’educazione dei miei figli.
Scopri anche TU come poter fare esattamente la stessa cosa ORA!

http://clickyaqui.com/c/click/608/56465959/b71d9.html

Saluti,
Emily Moore

venerdì 5 aprile 2013

Sexy massaggiatore musicale



Che sarebbe comunemente chiamato "vibratore". Viene venduto a prezzo di saldo (44% di sconto) sul sito di MediaShopping, quello di Mediaset, a soli € 44,90 + € 5,00 per la spedizione. 

Si attacca - da una parte - a qualsiasi lettore mp3 e la potenza del massaggio ("vibrazione") si sceglie regolando il volume della musica (volendo la testina si può togliere). 

Lo svantaggio di questo articolo è che può essere sconveniente usarlo SOLO per ascoltare musica perché questo supporto non è immobile durante la riproduzione sonora. 

Un pregio invece è che durante il suo utilizzo primario la musica può coprire eventuali altri suoni.


Fecondazione eterologa


Grazie alla ingombrante presenza del Papato, l'Italia è l'unico Paese europeo - insieme alle cattolicissime Irlanda e Polonia - in cui la fecondazione eterologa non è consentita dalla legge. In questo modo le coppie italiane che non riescono o non possono a riprodursi "naturalmente" debbono recarsi all'estero (se possono permetterselo) oppure sono costretti a rinunciare a costruirsi una famiglia con prole. 


giovedì 4 aprile 2013

#Romanzocrimi Vito, detto lo smentito


E' irriverente verso il Presidente della Repubblica Napolitano, afferma che i giornalisti gli stanno sul c***o, chiamandola impropriamente "Onorevole" indispettisce la sua acida collega alla Camera e si fa cazziare ripetutamente dal suo capo politico Grillo perché non applica in maniera acritica il Pensiero Unico del MoVimento SoCiale a 5 Stelle. Vito Crimi è stato eletto capogruppo del suo partito al Senato essendo stato ritenuto il migliore: chissà come sono messi gli altri.

PS La lista nozze del cittadino portavoce "#Romanzocrimi Vito, detto lo smentito" non è stata per nulla a kilometri 0, il guru non sarà certo contento.



mercoledì 3 aprile 2013

Samp 0 Inter 2


Al fine di non offuscare lo spettacolo della Champions la Lega Calcio sceglie di giocare il recupero della XXIX giornata di campionato alle 18:30. In questo modo, spostato lo spettacolo di un'Inter provinciale e proletaria vincente per 2 a 0 contro la Sampdoria, si evita che il Real Madrid del Mou venga disertato dagli utenti della televisione. 

Strama ritrova l'affermazione in campionato esattamente un mese dopo la vittoria in rimonta di Catania grazie ad un calcio strutturato su catenaccio e contropiede. Speravo che l'Inter arrivasse ottava in campionato così da evitare i turni fantozziani dei preliminari di Europa League (vincendo la Coppa Italia si partirebbe direttamente dalla fase a gironi); questa doppietta di Palacio complica, e di molto, il progetto "Estate Libera". Se fai il raduno ad inizio luglio, arrivi in primavera sfatto, questo si è già capito in questa stagione: i preliminari di UEL sono una tassa sull'annata calcistica.

Per quanto riguarda la gara odierna, tolti Handanovic, Ranocchia, Juan e Kovacic (più i non più giovani Cassano e Palacio) abbiamo un undici obsoleto e impresentabile rispetto all'ambizione di competere per lo Scudetto. Trattasi di concetto estremamente duro da digerire ma estremamente concreto.


L'uomo in ammollo


Un italiano su cinque ha affidato a quest'uomo la speranza di cambiamento del sistema politico nazionale. Lo ha fatto in buona fede riconoscendo all'ex comico genovese una relativa capacità professionale quale attore brillante. E' proprio su questa considerazione che è avvenuto l'incidente. L'elettore grillino era stanco dei partiti tradizionali e ha trovato che il Movimento a 5 Stelle potesse favorire il rinnovamento delle istituzione.

Quello che l'italiota non sapeva è che Grillo non vuole sostituire i partiti ma abolirli; per fare questo il suo spin doctor Gianroberto Casaleggio ha scelto una forma organizzativa apparentemente democratica in cui "uno vale uno" e internet come strumento di partecipazione diretta. 

Mentre i senatori e gli onorevoli eletti sotto il simbolo di Beppe Grillo devono sottostare alle direttive dei fondatori (pena l'espulsione dal partito), lui può starsene bellamente in vacanza in una delle sue ville. Tanto il suo blog continua a fatturare e l'inesperienza dei rappresentanti del M5S, ottusi dall'indottrinamento dei comizi-spettacoli di BG e prescelti dal guru proprio per la loro assenza di personalità, sono una garanzia per mantenerne il controllo. 


Nonna Triplete


Le mancava un giorno - e questa è sfiga - per compiere 114 anni ma la signora Maria non ce l'ha fatta a festeggiare un nuovo compleanno. E' scomparsa ieri l'interista meno giovane del mondo: era nata nel 1899 e quando è stata fondata l'Internazionale Football Club aveva già 9 anni di età: è stata praticamente una nerazzurra ante litteram, coerente a quella strofa dell'inno "Pazza Inter" che dice "una storia infinita che dura una vita".