lunedì 7 gennaio 2013

Zoro 2 la vendetta


DOPO BUSTO ARSIZIO - 20 TIFOSI IDENTIFICATI: HANNO VENT'ANNI

Cori razzisti, i tifosi rischiano fino a 3 anni
La Pro Patria: «Stadio gratis per chi è di colore»

Berlusconi: «Faremo così in tutte le gare». Un ultrà denunciato. Il giocatore: «Lo rifarei in qualsiasi gara»


Ci risiamo. Nell'Italia del "volemose bene" fa scalpore il calciatore del Milan Boateng che abbandona il terreno di gioco durante una gara amichevole dopo essere stato ripetutamente preso di mira dai tifosi della Pro Patria. 
Contro i 20 tifosi responsabili dei cori ci sarà un processo penale in cui potranno essere potenzialmente condannati fino a 3 anni di detenzione. 
L'atto di fischiare un giocatore di colore utilizzando quale motivo di scherno il fatto che sia negro* è certamente MOLTO stupido, ma interrompere una partita di calcio e indagare i responsabili mi sembra molto poco acuto. 
Il colore della pelle diventa una condizione di minorità nel momento in cui la si considera una devianza sociale o un'anomalia da tutelare, in uno Stato normale tutti i suoi cittadini sono eguali davanti alla legge senza nessuna distinzione. Quando viene fischiato l'ex rossonero Gattuso, a nessuno viene in mente di interrompere una gara... Se invece il "danneggiato" ha la pelle nera, parte la gara di solidarietà. 
A Busto Arsizio, comune di residenza della società Pro Patria, hanno deciso di far entrare gratuitamente chi si presenterà ai cancelli dello stadio essendo "coloured", come se il colore della pelle fosse un elemento oggettivamente discriminatorio... 
E se la reazione scomposta di Boateng fosse stata provocata dall'insofferenza del giocatore verso condizioni contrattuali migliorabili, visto che percepisce un ingaggio nettamente inferiore a colleghi meno bravi di lui come Mexes, Pato o Robinho? E qualora si fosse offeso per gli insulti verso la fidanzata Melissa Satta? Staremo ancora a parlare del razzismo che è esploso nella società italiana?
Otto anni dopo sembra di rivedere il caso "Zoro", viene riconosciuta la xenofobia, a macchia di leopardo e ad uso giornalistico nazional-popolare.


Ingaggi Milan stagione 2012/13:

Mexes 4 mln
Pato 4 mln
Robinho 4 mln
Montolivo 3,5 mln
De Jong 3 mln
Pazzini 2,7 mln
Boateng 2,5 mln
Abate 2 mln
Bonera 2 mln
Bojan 1,5 mln
Abbiati 1,5 mln
Ambrosini 1,5 mln
Emanuelson 1,5 mln
Flamini 1,5 mln
Muntari 1,5 mln
Nocerino 1,5 mln
Zapata 1,5 mln
Traorè 1,2 mln
Amelia 1 mln
Antonini 1 mln
Yepes 1 mln
Acerbi 0,8 mln
Constant 0,8 mln
El Shaarawy 0,8 mln
Mesbah 0,6 mln
Didac Vilà 0,6 mln
Gabriel 0,5 mln
fonte


negro
Sillabazione/Fonetica
[né-gro]
Dallo sp. negro, dal lat. ni°gru(m) 'nero'
Definizione
agg.
1 che appartiene a un gruppo umano, comprendente diversi sottogruppi, originario del continente africano, caratterizzato da pelle di colore più scuro e capelli scuri dai ricci più fitti rispetto alla media dei popoli europei; nero: le popolazioni negre d'America
2 (antiq.) che si riferisce alle popolazioni di questo gruppo umano; nero: arte negra;quartiere negro
3 (ant., lett.) di colore nero: vedova, sconsolata, in veste negra (PETRARCA Canz. CCLXVIII, 82) | triste, cupo: tristi auguri e sogni e penser' negri / mi danno assalto(PETRARCA Canz. CCXLIX, 13-14)
¶ n. m. [f. -a; pl.m -i, f. -e]
1 individuo che appartiene al gruppo umano dei negri; nero: la tratta dei negri | lavorare come un negro, lavorare duramente (con riferimento alle condizioni di vita degli schiavi negri in America nei secoli scorsi)
2 nel linguaggio dell'editoria, chi scrive testi per autori famosi senza comparire con il proprio nome.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.