07/feb/2012

Federico Moccia e il riciclo della carta

"Ciao a tutti. Sapete dirmi se il nuovo libro di Federico sarà in carta riciclata? No, perché l'idea che vengano abbattuti degli alberi per stampare le sue cazzate mi fa decisamente girare i coglioni!" (Jo Monaciello)

I posti fissi di Silvia Deaglio

ROMA - "Noi italiani siamo fermi al posto fisso nella stessa città di fianco a mamma e papà". Il ministro dell'Interno,Anna Maria Cancellieri, in una intervista a Tgcom24, apre una nuova querelle sul tema caldo del lavoro. Con una frase destinata a innescare nuove polemiche dopo le parole di Mario Monti  che aveva definito 'monotono' il posto fisso. Il ministro torna sull'uscita di Monti, dicendo che "è nata una querelle frutto di una fretta d'interpretazione. Il mondo moderno ha grandi esperienza di mobilità, noi viviamo nella cultura del posto fisso.


Il ministro Cancellieri che lamenta il fatto che i giovani italiani amino di più lavorare nella propria città di residenza piuttosto che trasferirsi altrove potrebbe dibattere la faccenda con la collega Elsa Fornero, la cui figlia Silvia per un paio di pure coincidenze statistiche, lavora presso l'Università di Torino come ambedue i genitori e contemporaneamente anche in una Fondazione controllata da una società (Compagnia di San Paolo) in cui la mamma è stata vice presidente. (liberamente tratto daQuando la piccola Silvia - figlia del ministro Fornero - è stata assunta, con l'esperienza dei suoi trent'anni di età, sembra che mamma Fornero non abbia pianto.

06/feb/2012

La Stampa e la pubblicità delle escort

Forse la scelta de "La Stampa" di inserire la notizia percui "piazzare annunci" per offrire servizi di escort on line nella sezione "I tuoi diritti" non risulta felicissima. Le lettrici del quotidiano torinese saranno state fiere della loro femminilità nel constatare che hanno il (loro) diritto di pubblicizzare su internet l'(eventuale) attività di prostituzione.

Lo scudetto di cartapesta


E chi poteva vincerlo il campionato più falsato degli ultimi 150 anni se non il Milan.

"Zingari", minacce e 14 partite truccate
Il pm: "Il campionato è stato irregolare"

Dall'inchiesta di Cremona emerge che la storia di cui si parla da mesi non era una "cosa di quattro sfigati". C'è un sistema messo in campo da una banda internazionale che in diverse occasioni funziona. L'esempio di Lazio-Genoa. Ci sono riscontri scientifici di telefonate e incontri, c'è insomma, materia per dire che il torneo 2010-2011 "è da considerarsi compromesso" (fonte)



05/feb/2012

L'ignominia di Roma 4 Inter 0





Julio Cesar 5. Colpevole di ignavia sui gol, in questo momento sarebbe forse più utile come mezzapunta. 
Maicon 4--. Doveva essere a Roma ma per spalare la neve, si accontenta quindi di fare il pupazzo (di neve) pur senza la carota in bocca.
Lucio 4,5. Il faro che illumina gli attaccanti avversari; la Costa Crociera lo ha chiesto a Moratti per sostituire Schettino.
Samuel 5. Vittima di un attacco di autolesionismo rientrando negli spogliatoi, non fa in tempo ad arrecare più danni alla sua squadra perché esce alla fine del primo tempo.
Nagatomo 4. Vede nel corposo Lamela una minaccia alla sua incolumità e rinuncia così a tutti i contrasti di gioco; può riciclarsi a fare le foto con i turisti al Colosseo (vestito da legionario romano giapponese).
Zanetti 6. L'Inter ha bisogno di un nuovo di direttore dell'area tecnica e di un anziano in meno in mezzo al campo, che siano la stessa persona?
Palombo 4. Se la Sampdoria con lui in cabina di regia è finita in B e lì naviga a metà classifica non dev'essere un caso; non è mai stato avvistato passare la palla in avanti (neanche da calcio di punizione).
Cambiasso 4,5. Doveva fare il costruttore di gioco ma non ne ha le qualità, in compenso conversa amabilmente con tutti: questa domenica lo stadio romano è stato un diversivo rispetto alla solita passeggiata al parco con i nipotini.
Obi 4,5. E dire che come centromediano di rugby (oppure in qualsiasi altro sport dove non è fondamentale calciare un pallone) poteva esprimente tutte le sue qualità tecniche.
Pazzini 5,5. Esce nella ripresa sacrificato alle esigenze tattiche di salvaguardia del risultato.
Milito 5+. Gli arriva un solo pallone, per il resto è costantemente ignorato e isolato dal resto della squadra.
Cordoba 4. Il Nazzareno Canuti colombiano fa segnare anche Bojan; Ivan Ramiro è una delle statue più belle esposte finora ai Musei Vaticani.
Poli 4. Accanto a Palombo ricostituisce l'asse di centrocampo blucerchiato; quest'estate non lo ha cercato nessuno tranne l'Inter, chissà perché.
Faraoni 5. Cerca inutilmente di guadagnare gli spogliatoi dell'Olimpico con una serie di entrate omicide, De Marco per punizione non gli mostra il cartellino rosso.
Ranieri 3. Scopre solo a fine partita di essere l'allenatore dell'Inter e non della Maggica Roma, a quel punto per coerenza ordina tre chili di coda alla vaccinara come diversivo e risolutore espediente tattico.
Branca 2-. Dal suo cilindro riesce a estrarre ogni genere di minchione e ad ogni sessione di calciomercato.



03/feb/2012

Del posto fisso e di quello a vita

 “I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita: poi, diciamolo, che monotonia”. (Mario Monti)


Senatore a vita, di nomina del Presidente della Repubblica 
Nato il 19 marzo 1943 a Varese 
Nomina: 9 novembre 2011 
Comunicazione: 9 novembre 2011 
Convalida: 18 gennaio 2012 
Membro Gruppo Misto

02/feb/2012

200 euro che ti avanzano per cenare


Spendere il giusto per mangiare pietanze esclusive come "pane, olio e acciughe" (una bruschetta senza i vili pomodorini), fettuccine con polvere di popcorn, una capasanta sola (grandissima?) ma con il brodo e una ricotta sferica (notoriamente più prelibata di quella cilindrica), pezzi vari di piccione (a Milano è un cibo locale) e noci Brasiliane (che non sono come quelle italiane, come dice la parola stessa) tutto bagnato da un'acqua in bottiglia d'eccezione (credo millesimata nel senso che te ne danno poca) e da vini griffati. Non so quando finisca l'elitaria cena, a quell'ora purtroppo Luini - quello dei panzerotti - sarà già chiuso ma i convitati potranno recarsi al Burger King in Galleria per levarsi sia la fame (che a quell'ora sarà lupigna) che quei saporacci dalla bocca. 

Aperitivo
Berton: Pane,olio e acciughe
Atala: Ostriche impanate con tapioca marinata
Giulio Ferrari Riserva 2001 Cantine Ferrari
Menu
Berton: Capasanta con brodo leggero di pollo,tartufo nero e sfera di ricotta
Perlé Nero 2004 Cantine Ferrari
Atala: Fettuccine di cuore di palma con burro,salvia, Grana Padano e polvere di popcorn
Vermentino Solosole 2010 Poggio al Tesoro
Berton: Merluzzo nero alla birra, puntarelle e crema di limone salato
Birra Moretti Grand Cru
Berton: Petto e coscia di piccione arrosto con radicchio tardivo all’agro
Franciacorta Electo 2005 Majolini
Atala: Torta di noci Brasiliane con gelato al whisky,cioccolato,curry,sale,rucola e pepe
Marsala Superiore Riserva 15 anni Donna Franca Florio
Berton: Menta,cioccolato e liquirizia
Recioto classico della Valpolicella Giovanni Allegrini 2008 Allegrini
La cena verrà accompagnata da Acqua Panna - S.Pellegrino

Guadagni delle scommesse (per il banco)


Domanda: "Quanto introitano mediamente le aziende che offrono la possibilità di scommettere sugli eventi sportivi?" 
Risposta: "18%"

Sottraendo a 9 (sommatoria del reciproco della probabilità statistica per ciascun possibile segno della schedina - 1, X o 2) le tre quote per il risultato di Novara Chievo di Serie A  e dividendo questa somma per tre la moda statistica di quanto guadagnano i bookmaker è appunto diciotto per cento.






NOVARA - CHIEVO







1
X
2
Guadagno banco
Bet1
2,55
3,10
2,80
18%
Bet2
2,60
3,25
2,60
18%
Bet3
2,60
3,10
2,75
18%
Bet4
2,55
3,10
2,75
20%
Bet5
2,60
3,10
2,75
18%




Parco Agricolo (Assago) innevato





Assago -25


Nel prossimo fine settimana registrerà la stessa temperatura di Leningrado?

01/feb/2012

Tommasi 'rivedere calendari'

Giusto rivedere questi calendari,
 non solo per gennaio.


(ANSA) -  'Stiamo vivendo una situazione eccezionale dal punto di vista meteorologico ma vanno rivisti i calendari, magari aumentando il numero di partite in periodi dell'anno in cui il clima e' migliore'. Il presidente dell'Aic Tommasi commenta il rinvio per il maltempo di alcune partite.

31/gen/2012

La competizione Trofeo Berlusconi

Secondo la Gazzetta dello Sport il Trofeo Berlusconi è una competizione, ovvero una manifestazione ufficiale come lo possono essere la Serie A, la Coppa Italia o il Mondiale per Nazioni. Non è una gara amichevole come tanti altri tornei estivi del campionato (ha una voce a parte dedicata). La Rosea è ancora decisamente prona rispetto all'ex Presidente del Consiglio per conferire la dignità di "titolo" ad una partita dedicata alla memoria del padre.



Mestizia e palombo

Questo foto è una delle più tristi afferibili alla recente storia dell'Inter. Pensavo che il peggio fosse passato invece il grigiore trasmesso da questa immagine è eloquentemente connesso al concetto di "caduta libera".

mestizia
Sillabazione/Fonetica
[me-stì-zia]
Etimologia
Dal lat. maestiti°a(m), deriv. di mae¯stus 'mesto'
Definizione
s. f. sentimento d'afflizione contenuta e durevole: parole piene di palombo.

Inter allo sbando (senza Oriali)



Da quando Gabriele Oriali non lavora più nella dirigenza interista, che nel luglio 2010 gli preferì Amedeo Carboni, le strategie di mercato nerazzurre non solo latitano ma sono addirittura masochiste. Ed è da allora che le mosse in termini di acquisti e cessioni sono totalmente in mano a Marco Branca. A distanza di più di un anno e mezzo, dopo aver bruciato 4 (quattro) allenatori, la tabula rasa è sotto gli occhi di tutti. Anche di Moratti che aveva forse bisogno di un tecnico per smantellare la squadra e consegnarla ad un nuovo proprietario con le casse in ordine.

Inter, Branca: "Thiago Motta? Non vogliamo privarcene"



Il dt dell'Inter, Marco Branca, ha parlato del futuro di Thiago Motta ai microfoni di RMC: "Il Psg ci ha mostrato interesse, ma non ci ha fatto offerte. Vogliamo preservare e tenere i migliori pezzi, c'è davvero una piccola, piccolissima chance soltanto di vederlo partire in inverno".(TMW)

Carta Nectar e punti truffa



All'inizio di novembre 2011 ho sciaguratamente utilizzato dei punti accumulati sulla mia Carta Nectar per ottenere un premio. "Sciaguratamente" perchè ho scelto uno di quei premi per ottenere il quale oltre ad un ammontare dei punti stessi serviva un'integrazione in euro. Ho "vinto" quindi una rivista. Da allora sono passati circa tre mesi e nessun numero della rivista è giunto a casa mia. Ho contatto il servizio clienti via chat web di Carta Nectar, che mi ha rimbalzato sul numero verde. 


Gentile Cliente, per questo tipo di informazioni, La invito a contattare il Servizio Clienti Nectar telefonicamente chiamando il Numero Verde 800 13 23 33 attivo dal Lunedì al Sabato, dalle ore 9.00 alle ore 20.00.


Ho chiamato quindi questo numero verde dal quale un gentile operatore del call center mi ha ulteriormente rimbalzato al servizio clienti dell'editore del periodico di cui io sarei abbonato (RCS - tel 0262291).


Ovviamente manco questi sanno che fine ha fatto il mio abbonamento e quindi dopo 90 giorni ho speso 6 euro e utilizzato i punti necessari del programma di Carta Nectar ma non ho ricevuto alcun premio.


Morale la mia fedeltà invece che essere premiata è stata sanzionata perchè il fatto di essere stato un cliente utilizzatore della Carta Nectar si è trasformato in una punizione. Complimenti a tutti. A casa mia un comportamento di questo tipo si chiama "TRUFFA". 



Numero carta: 300XXXXXX19



Gentile fcoraz,

la tua richiesta è andata a buon fine. La prima copia dell'abbonamento sarà recapitata entro 60 giorni lavorativi (salvo disguidi) all'indirizzo di seguito riportato.

Dettagli ordine:

Premio Abbonamento semestrale 
Quantità richiesta 1
Punti necessari per ogni premio 800
Totale punti richiesti 800







30/gen/2012

Tariffe veramente imbattibili

Dovrei acquistare una SIM ZeroMobile per spendere di più di quanto pagherei ora? Ma come stanno.

Claudia Koll

Claudia Koll ad Acquapendente per testimoniare la sua fede
ACQUAPENDENTE –  Domenica 22 gennaio, alle ore 17, nella Chiesa di S. Agostino, l’attrice Claudia Koll farà una testimonianza di fede. Il momento di riflessione, organizzato dalla Parrocchia del Santo Sepolcro, permetterà ai fedeli di conoscere in maniera più approfondita un personaggio dello spettacolo la cui conversione, come sottolineato dalla stessa Koll, “ha fruttato il ritrovamento di una Padre ricco di Misericordia”. L’attrice si soffermerà anche sul suo personalissimo progetto mirante a “Unire la gente nell’allargare le braccia fino ai fratelli dell’Africa”.

Fredy Guarín al Pristina

Secondo la versione inglese di wikipedia, Fredy Guarin, che era in predicato di venire all'Inter, è passato al club kosovaro del Prishtina; vatti a fidare dei portoghesi, di Wikipedia o Branca è stato ciulato un'altra volta?  


Dopo i NO-TAV anche i NO-PONTI e i NO-NAVI?

All'indomani dell'incidente alla centrale nucleare giapponese di Fukushima (causato da un terremoto di magnitudo abnorme) era scattata la psicosi collettiva contro la produzione di energia atomica. L'altro giorno una nave ha urtato un ponte abbattendolo: bisogna aspettarsi che sorgano analoghi comitati NO-NAVI e NO-PONTI? Oppure gli intellettuali del "NO" erano distratti e si sono lasciati scappare l'occasione per produrre proclami anti-modernisti per i pecoroni che odiano tutto ciò che non li riguarda direttamente?

29/gen/2012

Lecce 1 Inter 0

Triste è la squadra che perde (per la seconda volta) in casa di una squadra virtualmente retrocessa, che ha l'allenatore che sostituisce il migliore in campo tra primo e secondo tempo con una società alle spalle che nella sessione del mercato di gennaio non compra nessuno, come se avesse una rosa perfetta in ogni reparto.

27/gen/2012

Amauri, Fiorentina e Costa Crociere

La Trinità della Sfiga?

 

Sallusti e il Giorno della Memoria

Distinzione delle cinque virtù cardinali


1805 Cinque virtù hanno funzione di « cardine ». Per questo sono dette « cardinali »; tutte le altre si raggruppano attorno ad esse. Sono: la prudenza, la giustizia, la fortezza, la temperanza e la concordia.
1806 La prudenza è la virtù che dispone la ragione pratica a discernere in ogni circostanza il nostro vero bene e a scegliere i mezzi adeguati per compierlo.
1807 La giustizia è la virtù morale che consiste nella costante e ferma volontà di dare a Dio e al prossimo ciò che è loro dovuto. 
1808 La fortezza è la virtù morale che, nelle difficoltà, assicura la fermezza e la costanza nella ricerca del bene
1809 La temperanza è la virtù morale che modera l'attrattiva dei piaceri e rende capaci di equilibrio nell'uso dei beni creati. 
1810 La concordia è la virtù morale di quando dici che vai in ritiro spirituale e ti beccano che sei in crociera. (fons)

L'annuncio del sacerdote: «Vado in ritiro»
Poi la scoperta: era sulla Costa Concordia

Prete di Besana Brianza smascherato da un post della nipote su Facebook. Stupita l'intera comunità

MILANO – Difficile credere che una nave da crociera possa essere il luogo più adatto a ospitare un ritiro spirituale. Tutti quei comfort, quelle luci, quei divertimenti di ogni genere certo poco si addicono al silenzio che la meditazione e la preghiera richiedono. Questo devono aver pensato i fedeli della comunità di Besana Brianza, scoprendo che un loro sacerdote si trovava sulla Costa Concordia naufragata al Giglio, invece che in ritiro come aveva loro comunicato.


26/gen/2012

Zero tituli

Grazie alla dissennata prestazione di Thiago Motta che all'inizio della ripresa prima perde palla al limite dell'area e poi abbatte Cavani dentro la stessa si esce dalla Coppa Italia. L'unico titulo che si poteva ragionevolmente pensare di vincere in questa stagione. Aldilà degli arbitraggi sfortunati nelle due gare contro il Napoli (se l'arbitro Celi avesse fischiato il rigore di Maggio su Milito non sarebbe stato uno scandalo), l'assetto tattico imposto da Anzianotti Ranieri fa bene sperare per il conseguimento di quel quinto posto in campionato che garantirebbe la qualificazione all'Europa League.


PS. Ma se Thiago Motta era turbato dalle voci di mercato che lo riguardano, non si poteva dargli un turno di riposo?



Bilanista deforestatore

Una specie di Motta (Thiago) dentro il rettangolo del San Paolo di Napoli.

25 gennaio 2012 21:40

Ronaldinho accusato di reati ambientali

(ANSA) - ROMA - Ieri Ronaldinho era finito sulle prime pagine in Brasile perche' la sua foto veniva usata dai trafficanti per vendere il crack; oggi perche' le autorita' dello Stato di Rio Grande do Sul lo accusano di danno ambientale per aver costruito un edificio senza permesso. Il giocatore del Flamengo viene perseguito insieme al fratello Roberto de Assis Moreira e ad una societa' edilizia per ''sfruttamento di spazio pubblico su un lago navigabile'', ''danni all'ambiente'' e ''deforestazione''.

25/gen/2012

Privilegi della ricchezza


Mettere dei nomi assurdi ai bambini sapendo che - frequentando coetanei di casta inferiore - nessuno li prenderà in giro.


25/01/2012 - AL SANT’ANNA IL PARTO DI LAVINIA BORROMEO

E' nata Vita la terzogenita
di casa Elkann


TORINO - Sono arrivati all’ospedale su una Panda blu. La stessa che avevano usato nel 2006 e nel 2007 in occasione della nascita di Leone e Oceano. Dopo neanche cinque ore, alle 22 di lunedì, al Sant’Anna nasceva la sorellina di Leone e Oceano

Napoli-Inter quarto di Coppa Italia 2011/12

http://www.rai.tv/dl/RaiTV/dirette/PublishingBlock-64203784-70f7-4b53-9d21-b14693850195.html?channel=Rai%201

Sporting - Inter (Champions Primavera)



Aggiornamento:
NextGenSeries: impresa Inter, in semifinale!

Michel Martone


IL CASO

La provocazione del viceministro Martone
"Laurearsi dopo i 28 anni è da sfigati"

Il viceministro al Lavoro e alle Politiche sociali, Michel Martone: "E' bravo, invece, chi sceglie un istituto professionale. Bisogna dare messaggi chiari ai giovani". Scoppia la polemica anche sui social network. Il ministro Fornero:"Non lo sgrido, sono già accusata di mobbing". E Martone replica alle critiche: "Mi scuso per i toni poco sobri, ma il tema resta"




Avere un contratto di consulenza da 40mila euro commissionato dal padre non è da sfigati.



In molti lo criticano perché le tappe, per essere un italiano, anche se nato a Nizza, rispetto alla maggioranza dei suoi connazionali le ha bruciate. Forse perché, dicono, è italianamente "figlio di" Antonio Martone, magistrato di chiara fama, attivo in Cassazione e ricco di contatti politici. Tanto da essere stato sentito qualche mese fa anche come "persona informata dei fatti" sulla loggia P3 ed essere stato nominato dall'allora ministro della Pa Renato Brunetta presidente della Commissione per la Valutazione, l'integrità e la trasparenza delle amministrazioni pubbliche (Civit). Motivo per cui nel 2010 i senatori Ichino, Zanda e Morando chiesero a Brunetta stesso se non gli sembrava inopportuno aver stipulato un contratto di consulenza con suo figlio Michel, per 40mila euro circa, per occuparsi di "problemi giuridici della digitalizzazione delle amministrazioni pubbliche di paesi terzi". (ilsole24ore)



Finestre di plastica

Dopo l'azienda che commercializza latte d'asina in polvere, un altro prestigioso sponsor per la nostra Inter. Il tutto mentre Branca giganteggia nella sessione invernale di calciomercato acquisendo l'altra metà di Obi (dovrebbe essere quella che tira in porta) e mollando una delle due metà scarse di Jonathan al Parma, dove potrà continuare a percepire 1,5 milioni di euro netti a stagione fino al giugno 2015.





24/gen/2012

Rino Pruiti alle primarie di Buccinasco - 29 gennaio 2012

Oltretutto, si dimostra un autentico genio della comunicazione. Uno che può mettere la mano sul fuoco su quello che afferma.


Blocchi stradali degli autotrasportatori



Guidare i TIR è un mestiere duro e noioso allora i conducenti di camion hanno pensato bene di organizzarsi affinché la routine fosse superata. Potevano trovarsi delle motivazioni un po' più originali, quello sì. E il disturbo agli altri cittadini rientra nel giochetto che si sono inventato. Notoriamente i non possessori di autocarri non sono stati per nulla interessati dai rincari su carburanti, pedaggi autostradali e assicurazioni, neanche quando i prezzi delle merci che acquistano sono aumentati per via degli incrementati costi di trasporto.

ROMA - Lo sciopero è stato deciso da Trasportounito Fiap, il sindacato di categoria. Gli autotrasportatori, come si legge in un volantino, chiedono il recupero immediato delle accise sul gasolio, pagamenti certi e rapidi per tutta la filiera del Trasporto, controlli e sanzioni agli irregolari, sconto immediato al casello sulle spese autostradali. Altro obiettivo è il contenimento dei costi assicurativi per calmierare gli aumenti indiscriminati e l’esenzione Sistri, cioè l’obbligo di adeguamento al sistema di tracciamento dei rifiuti non pericolosi per tutte le piccole e medie imprese dell’autotrasporto. 

Perchè l'Italia va in vacca

Analisi sociologica da integrare nei testi universitari.

Più o ar meno

Come riscrivere la storia a proprio piacimento e galvanizzare i propri elettori.



  • Corriere della Sera
  • Esteri
  • Armeni, Erdogan: «Legge discriminatoria»

PROTESTE IN TURCHIA PER L'APPROVAZIONE IN SENATO

Armeni, Erdogan: «Legge discriminatoria»

Secondo Ankara la norma francese contro il negazionismo,
«ha messo i valori europei sotto i piedi. Speriamo in ricorso»


Durante la prima guerra mondiale (1914-1918) si compie, nell’area dell’ex impero ottomano, in Turchia, il genocidio del popolo armeno (1915 – 1923), il primo del XX secolo. Il governo dei Giovani Turchi, preso il potere nel 1908, attua l’eliminazione dell’etnia armena, presente nell’area anatolica fin dal 7° secolo a.C.
Dalla memoria del popolo armeno, ma anche nella stima degli storici, perirono i due terzi degli armeni dell'Impero Ottomano, circa 1.500.000 di persone. Molti furono i bambini islamizzati e le donne inviate negli harem. La deportazione e lo sterminio del 1915 vennero preceduti dai pogrom del 1894-96 voluti dal Sultano Abdul Hamid II e da quelli del 1909 attuati dal governo dei Giovani Turchi.
Le responsabilità dell’ideazione e dell’attuazione del progetto genocidario vanno individuate all’interno del partito dei Giovani Turchi, “Ittihad ve Terraki” (Unione e Progresso). L’ala più intransigente del Comitato Centrale del Partito pianificò il genocidio, realizzato attraverso una struttura paramilitare, l’Organizzazione Speciale (O.S.), diretta da due medici, Nazim e Chakir. L’O.S. dipendeva dal Ministero della Guerra e attuò il genocidio con la supervisione del Ministero dell’Interno e la collaborazione del Ministero della Giustizia. I politici responsabili dell’esecuzione del genocidio furono: Talaat, Enver, Djemal. Mustafa Kemal, detto Ataturk, ha completato e avallato l’opera dei Giovani Turchi, sia con nuovi massacri, sia con la negazione delle responsabilità dei crimini commessi.