domenica 23 dicembre 2012

L'Attivo Ambrosini


Ma che brutta immagine un'orgia con Massimo Ambrosini partecipante.


VERGOGNATEVI ''' EH MI RIFERISCO AI DUE CALCIATORI ROSSO NERI ' DI MENTIRE ASSUMETEVI LE VOSTRE RESPONSABILITA' UNA VOLTA


«Uno dei primi che ho conosciuto all' Havana (una nota discoteca trevigiana ndr). Ma di giocatori ne conosco tanti, anche del Milan. Li adoro: bravi a letto, fisicamente perfetti, mi cercano continuamente. Mi telefonano, mi mandano messaggini, mi chiedono di uscire. In una scheda telefonica ho centinaia di sms». E non basta: «Una volta l' ho fatto anche con una ventina di giocatori tutti insieme perché vado pazza per le gang bang». (corriere)

fonte foto



Sedotti e ricattati: Lea di Leo svela i nomi dei suoi amanti “nel pallone”

La pornostar, amante di mezza serie A, ne svela i nomi nella sua autobiografia


I FATTI - 
Lea  di Leo è una sexy-star, famosa nel mondo degli 899 e con diversi film porno alle spalle. Nella sua carriera conosce e colleziona storie con innumerevoli personaggi famosi, tutti accomunati dal fatto di essere molto ricchi, molto conosciuti e seriamente “impegnati”. Così, quando la Di Leo decide di scrivere e pubblicare la sua autobiografia, con tanto di nomi e  cognomi dei vip conosciuti (cantanti, attori, ma soprattutto calciatori), per molti di loro si profila lo scandalo.MARSALA, 13 DICEMBRE – Si potrebbe creare una delle squadre più attrezzate del campionato italiano con la lista dei calciatori che a gennaio sfileranno davanti al pubblico ministero di Marsala. Il motivo? Sono testimoni in un processo che vede imputata la Imart, casa editrice siciliana, e protagonista Lea di Leo, affermata regina delle chat erotiche con trascorsi da pornostar ed amicizie molto “chiacchierate”.
La casa editrice del libro, la Imart edizioni, fiuta l’affare e contatta i personaggi coinvolti: una cifra dai 15.000 ai 30.000 euro, formalmente da investire nella casa editrice, ma in pratica per la cancellazione dei capitoli a loro dedicati o la semplice eliminazione del loro nome dal libro. Il tutto all’insaputa della Di Leo, riconosciuta dal giudice come estranea ai fatti.
IL PROCESSO - La procura di Marsala ci ha visto poco chiaro e ha rinviato a giudizio il presidente e il direttore editoriale della Imart con l’accusa di tentata estorsione.
Chiamata dal giudice, Lea di Leo ha quindi, alle domande, risposto snocciolando nomi e caratteristiche di tutti i suoi amanti. Molti di loro i calciofili li avranno riconosciuti e talvolta pure ammirati: Iaquinta, Inzaghi, Borriello, Bojinov, Coco, Reginaldo, Luca Toni. Menzione particolare per l’attaccante della Fiorentina, che all’epoca aspettava una figlia dalla sua attuale compagna, e per una delle icone milaniste: Massimo Ambrosini ha vinto infatti il “premio” di uomo più superdotato, tra quelli “conosciuti” dalla pornostar. Inutile dire che entrambi hanno negato ogni coinvolgimento nella questione, ma l’immagine del calcio che scenderà a Marsala a gennaio non sarà certo di quelle migliori.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.