giovedì 27 dicembre 2012

Il prete che spiega il femminicidio


Le donne all'interno degli insegnamenti e della struttura dell'organizzazione interna alla Chiesa Cattolica sono meri oggetti di addobbo e di arredamento. Nessuna appartenente al sesso femminile può officiare la Messa e men che meno scalare le posizioni di comando all'interno della gerarchia ecclesiastica. Nella Trinità Padre, Figlio e Spirito Santo sono soggetti rigorosamente virili. Se un prete di Lerici affigge sulla bacheca della propria parrocchia un messaggio nel quale accusa le donne di provocare gli uomini (con abiti succinti), la sua associazione maschilista al limite gli fa un buffetto. Del resto la Santa Romana Chiesa non espelle neppure i preti responsabili di pedofilia, figuriamoci se prende provvedimenti contro questa umile pecorella del Signore che si è espresso come segue. Gli uomini uccidono le donne perché spesso sono provocati, e si sa che l'omo è omo e quindi talvolta è violento... 
(La pena capitale per i giornalisti è solo una chicca del sacerdotone)



Femminicidio, il sacerdote di Lerici insiste:
"Sono le donne che non devono provocare"

Il sacerdote ribadisce di aver affisso alla bacheca della chiesa un testo corrispondente al suo pensiero: le ragazze in abiti discinti scatenano i nostri istinti. Lei è gay o etero? Se vede una donna nuda cosa prova? Voi giornalisti siete bugiardi. Altro che la galera, per voi ci vorrebbe la pena di morte



"Si sa che il maschio è violento e la donna non deve provocare".
"Quando vedo, quando vediamo tutti noi donne o ragazzine in abiti discinti, è la dignità delle nostre madri e sorelle che viene maltrattata, umiliata".
a verità, invece, è che l'uomo, il maschio, è da sempre violento, non sa trattenere l'istinto, e quindi se la donna lo provoca lui, o almeno molti, tanti, non si sanno controllare".(repubblica)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.