martedì 6 novembre 2012

United States Electoral College

Oggi gli elettori statunitensi sono chiamati a scegliere il loro prossimo presidente. L'uomo più importante del mondo verrà scelto con un sistema elettorale demenziale percui non è detto che il vincitore sia anche quello che ha ottenuto il maggior numero dei consensi, questo perché gli Stati Uniti d'America sono divisi in 50 collegi elettorali che eleggono un numero di grandi elettori proporzionali alla popolazione residente in ciascuno stato. Ma chi vince in ciascun collegio si prende tutta la quota secondo* un criterio maggioritario secco...



L'elezione di oggi è indiretta: nell'Election Day gli elettori americani non votano per i due candidati in corsa ma per una lista di grandi elettori del loro Stato legata a un candidato (ogni Stato ha un numero di grandi elettori pari al numero dei membri del Congresso che elegge in base alla sua popolazione). I grandi elettori che il 17 dicembre eleggeranno il presidente sono 538. Per diventare prediente serve la metà di questo numero più uno: 270. Chi tra i due rivali arriva in testa in un determinato Stato vince la totalità dei grandi elettori. (ilgiornale)

* Solo Nebraska e Maine non hanno il sistema winner-takes-all.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.