domenica 25 novembre 2012

Beppe Grillo autocrate e tesoriere


Il Sommo Beppe Grillo non si accontenta della popolarità data dalla leadership e dalla visibilità mediatica data dal suo MoVimento SoCiale a 5 Stelle. Pure i ricavi del sito di e-commerce, spacciato per blog politico, non lo soddisfano. Decide (non lui, che è solo il pupo di Casaleggio) di auto-proclamarsi capo politico del partito e obbliga i futuri eletti in Parlamento alla sottoscrizione di un documento che vincola lui stesso alla gestione delle spese di comunicazione (del suo partito personale): i danari pubblici li gestisce SOLO lui. Mutuando la struttura dell'organizzazione interna di Scientology e le caratteristiche di democrazia del Partito Nazionale Fascista, l'ex comico ed ex testimonial di yogurt ambisce a diventare il dittatore populista da terzo millennio, con il consenso di milioni di italioti pecoroni.


Rappresentano il gruppo politico organizzato che, riconoscendo come capo politico e suo rappresentante Beppe Grillo, depositerà il contrassegno  quale segno distintivo delle liste dei candidati e del programma formati secondo le procedure in Rete del MoVimento 5 Stelle. (fonte)


ACCETTA IL SEGUENTE TESTO PER ABILITARE LA TUA CANDIDATURA

Caro candidata/o,

ad integrazione del documento da te approvato: “Codice di comportamento eletti MoVimento 5 Stelle in Parlamento”, ti riporto questo testo ufficiale predisposto da uno studio legale che è necessario sottoscrivere.


Beppe Grillo

Costituzione di "gruppi di comunicazione" per i parlamentari del M5S di Camera e Senato

Il Regolamento della Camera dei Deputati e del Senato prevede che a ciascun gruppo parlamentare vengano assegnati dall'Ufficio di Presidenza contributi da destinarsi agli scopi istituzionali riferiti all'attività parlamentare, nonché alle “funzioni di studio, editoria e comunicazione ad essa ricollegabili”.

La costituzione di due “gruppi di comunicazione”, uno per la Camera e uno per il Senato, sarà definita da Beppe Grillo in termini di organizzazione, strumenti e di scelta dei membri, al duplice fine di garantire una gestione professionale e coordinata di detta attività di comunicazione, nonchè di evitare una dispersione delle risorse per ciò disponibili. Ogni gruppo avrà un coordinatore con il compito di relazionarsi con il sito nazionale del M5S e con il blog di Beppe Grillo.

La concreta destinazione delle risorse del gruppo parlamentare ad una struttura di comunicazione a supporto delle attività di Camera e Senato su designazione di Beppe Grillo deve costituire oggetto di specifica previsione nello Statuto di cui lo stesso gruppo parlamentare dovrà dotarsi per il suo funzionamento.
E’ quindi necessaria l'assunzione di un esplicito e specifico impegno in tal senso da parte di ciascun singolo candidato del M5S al Parlamento prima delle votazioni per le liste elettorali con l’adesione formale a questo documento. (fonte)

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.