venerdì 23 novembre 2012

Assalto antisemita


All'una e mezza di notte in una delle piazze più centrali della città di Roma è possibile organizzare una spedizione paramilitare per attaccare un gruppo di tifosi di una squadra londinese la cui "colpa" è esporre una stella di David, simbolo dello stato di Israele. Si può quindi devastare un pub e fuggire indisturbati senza che nessun tutore dell'ordine riesca a bloccare la guerriglia e/o fermare questi teppisti. Mi auguro che per una volta lo Stato riesca a fare il suo mestiere, ovvero scovare e processare i responsabili di questo raid di stampo neonazista.

PS La gggente si allontana dagli spalti degli stadi italiani non solo per le condizioni fatiscenti della maggioranza di essi, per la politica dei prezzi alti, per gli orari televisivi o per la farneticante introduzione delle tessere del tifoso ma soprattutto perché percepisce gli impianti sportivi come dei luoghi insicuri, anche se paradossalmente la violenza legata alle tifoserie organizzate del calcio si manifesta lontana dagli stadi, come dimostra l'episodio dell'altra notte a piazza Campo de' Fiori. 


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.