mercoledì 14 novembre 2012

A Milano il Comune butta soldi pubblici?

Che in sè forse non sarebbe neanche una novità. Un esempio di spreco si trova a questo indirizzo dove è scaricabile una delle applicazioni più inutili e meno utilizzate del pianeta Terra. 
Nelle settimane immediatamente precedenti ai quattro referendum abrogativi del 10 e 11 giugno 2012, è stata prodotto una app per gli smartphone con sistema operativo Android grazie alla quale poter consultare in tempo reale i dati sull'affluenza alle urne e i risultati della consultazione popolare: limitatamente per il solo Comune di Milano. Questa applicazione non se l'è cagata nessuno, e infatti meno di cinque utenti se la sono scaricata. Non so se la colpa sia dell'amministrazione Moratti (che ha terminato il mandato nel 2011, quindi molto prima) o di quella Pisapia, ma trattasi di SPRECO DI RISORSE PUBBLICHE, quand'anche il costo per Palazzo Marino fosse consistito solo in poche migliaia di euro. 





Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.