domenica 10 giugno 2012

Inter campione d'Italia Primavera 2012



Settimo scudetto della Primavera nerazzurra. Il successo di ieri fa il paio con la vittoria nella Champions giovanile del marzo scorso. Questa squadra, guidata prima da Stramaccioni e poi da Bernazzani, è sembrata fortissima per come ha regolarmente piallato gli avversari di turno, non solo nella fase finale del campionayo. Bessa e Longo sono le due stelle di una rosa da cui mi auguro che la prima squadra possa attingere. Non come nel 2007, anno della penultima vittoria, quando i vari Balotelli (svenduto al City del Mancio per soli 20 milioni), Bonucci (l'indagato juventino che rimanendo interista avrebbe mantenuto la probità), Bolzoni (pure lui "sacrificato" nell'ambito del passaggio di Milito dal Genoa) o Biabiany (che sembra forte, quando non gioca per l'Inter). L'astuto e lungimirante Branca sta già pensando di cedere Longo al Siena per ricomprarsi Mattia Destro...



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.