lunedì 18 giugno 2012

Calcio e biscotti

Primo intervento sugli Europei di calcio 2012. La manifestazione non m'interessa, non ho ancora visto una partita per intero, neanche una di quelle dell'Italia. E non c'entra la campagna di simpatia mediatica suscitata dalla convocazione di un giocatore indagato contestualmente al taglio di un altro nella stessa condizione giudiziaria. Neanche le esternazioni di Buffon e Cassano, i quali hanno la tendenza innata a sparare c*****e con una frequenza costante. O l'ostinazione e la sudditanza del commissario tecnico Prandelli verso il blocco juventino (cocente la sua delusione quando gli hanno comunicato che Vidal, Lichtsteiner e Vucinic non erano convocabili) che lotta per diventare più antipatico del suo predecessore Lippi.


La maggior parte della stampa italiana in questi giorni è in versione complottista sulla serietà altrui. Non credo che ci sarà il biscotto tra Croazia e Spagna, con uno spontaneo 2 a 2 che qualificherebbe entrambe le squadre indipendentemente dal risultato di Italia e EIRE. Un tale tipo di accordo non scritto si era verificato invece negli Europei portoghesi di otto anni fa quando la vostra nazionale azzurra giunse terza nella classifica del girone della fase iniziale grazie al pareggio con 4 gol tra Svezia e Danimarca, stati scandinavi collegati fra loro da un ponte affratellante. Pronostico una goleada italiana contro gli irlandesi contestualmente alla vittoria della Spagna nell'altra partita di stasera alla faccia del quotidiano sportivo Marca e delle sue prime pagine sempre sobrie: Luis Enrique sanguinate ai tempi di Usa '94 dopo la gomitata di Mauro Tassotti, "Tranquilla Italia non siamo rancorosi". 


I sospetti sulle combine dei risultati che favoriscono alcune squadre a danno di altre termineranno il giorno stesso in cui spariranno i gironi all'italiana (mai nome fu più appropriato), quindi MAI.



Buffon: «Combine?
Meglio due feriti di un morto»

«È chiaro che le partite sono fatte per essere vinte, però ogni tanto si fanno i conti»



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.