lunedì 14 maggio 2012

Europa League

Che nella stagione 2011-12 dell'Inter la qualificazione alla Europa League fosse l'obiettivo massimo e realistico l'avevamo già detto. Sarebbe stato meglio però evitare il terzo turno di qualificazione che prevede un doppio confronto ad eliminazione diretta prima di raggiungere la fase a gironi. Augurandosi che gli avversari non siano dei fenomeni per un sorteggio benevolo (e che non facciamo i bamba stile Helsingborg estate 2000), il problema è che saremo in pista già a partire dal 2 agosto per la prima partita ufficial: appena un mese dopo la finale degli Europei e in piena Olimpiadi di Londra). Significa organizzare il ritiro a Pinzolo tra fine giugno e inizio luglio e dover giocare 18 gare per raggiungere la finale della competizione che si disputerà all'Amsterdam ArenA. Un calendario così fitto per una stagione così lunga OBBLIGA ulteriormente lo svecchiamento della squadra; riuscirà lo Stramaccioni laddove i suoi quattro precedenti colleghi sono stati bruciati dai veterani (sudamericani) dello spogliatoio?


1 commento:

I commenti NON vengono pubblicati subito.