23 aprile 2012

Forlan e lo spogliatoio dell'Inter



L'immagine decadente dell'Inter attuale corrisponde a Diego Forlan; l'attaccante uruguagio doveva sostituire Eto'o, non ci è riuscito neanche infinitesimamente; il mistero è che continui ad essere schierato titolare, come ieri a Firenze. Salvo le parentesi dei suoi provvidenziali infortuni, tutti e tre gli allenatori che si sono alternati sulla panchina interista in questa stagione gli hanno dato fiducia con continuità. Le alternative nel ruolo di attaccante certo non sono state allettanti, tra un Pazzini in versione Batistuta a fine carriera, uno Zarate che alterna una prestazione buona a numerose altre sconcertanti e un Castaignos messo in naftalina da Ranieri prima dell'infortunio dopo che l'olandese era risultato decisivo in quel di Siena (e meno male che c'è Diego Milito e i suoi 20 gol in campionato).
Uno dei motivi percui dopo il Triplete del 2010 i nerazzurri non sono riusciti a rinnovarsi insiste nei rapporti che si sono instaurati nello spogliatoio dove il clan dei sudamericani impedisce il cambiamento e brucia gli allenatori; e Forlan, che è due mesi che ha un livello di forma imbarazzante, continua a scendere in campo... mentre questa lobby di potere può aver negato la promozione in prima squadra ai forti attaccanti del settore giovanili nerazzurro come Samuele Longo, Francesco Forte o Daniel Bessa (brasiliano di nascita ma cittadino italiano di adozione). Neanche Stramaccioni, che fino ad un mese fa aveva guidato la formazione Primavera interista, è riuscito a convocare i suoi ex ragazzi.


PS Per la cronaca Forlan è l'attaccante più scarso della presente stagione, secondo i voti della Rosea.








MILITO
Campionato Coppe  Coppa Italia
Internazionali e Supercoppa Totale
Pres. Gol Pres. Gol Pres. Gol
2009/10 35 22 11 6 6 2 52 30
2010/11 23 5 7 2 4 1 34 8
2011/12 28 20 7 2 1 0 36 22
TOT 86 47 25 10 11 3 122 60





VOTI FORLAN...

 

Nessun commento :

Posta un commento

Sei sicuro? Are you sure?