venerdì 2 marzo 2012

Pena alternativa



Un dialogo immaginario tra Nilde Iotti e la vedova de Gasperi per raccontare, attraverso gli occhi di due grandi donne, il rapporto tra il privato e la storia politica italiana.


Alcuni condannati in via definitiva a pene detentive da scontarsi in carcere dovrebbero essere obbligati ad assistere a tutti i dieci spettacoli di questa rappresentazione teatrale in palcoscenico al Franco Parenti di Milano dall'8 al 18 marzo quale parte importante dell'espiazione delle proprie colpe. E le due ore successive partecipare anche al dibattito. Tra gli impresari c'è anche della cattiveria: la prima è prevista per il giorno della Festa della Donna. In compenso il titolo "Esequie solenni" lo hanno indovinato.



Nessun commento:

Posta un commento

I commenti NON vengono pubblicati subito.